Grottazzolina: I Carabinieri arrestano un marocchino autore seriale di furti

arresto carabinieri 2' di lettura 22/09/2018 - I militari hanno ritrovato abbigliamento tecnico per motociclista oltre a documenti di identità, un carnet di assegni, tessere sanitarie ed una Fiat Punto rubata qualche giorno a Giulianova, oltre ad arnesi da scasso tra cui una grossa mazzola

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Fermo, in collaborazione con i militari del Nucleo Radiomobile e della Stazione di Porto sant’Elpidio, nella serata di mercoledì hanno identificato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto Z.K. 43enne marocchino, senza fissa dimora, celibe, nullafacente, pregiudicato.
I Carabinieri, al termine di una finalizzata attività, dopo aver raccolto una se-quenza di indizi che portavano al suddetto, quale autore di svariati furti commes-si sul territorio, hanno fatto irruzione presso un casolare a Grottazzolina in località “Colli Nunzi” adibito a covo. All’interno edificio hanno ritrovato capi di abbi-gliamento tecnico per motociclista (casco, tuta, giaccone, pantalone, guanti) oltre a documenti di identità, un carnet di assegni, tessere sanitarie ed una Fiat Punto rubata qualche giorno a Giulianova, oltre ad arnesi da scasso tra cui una grossa mazzola.
Proprio dalla refurtiva rinvenuta, oltre che dalle immagini ottenute dalle teleca-mere di videosorveglianza delle città e privati, è stato possibile trarre che il mate-riale ritrovato fosse tutto di origine furtiva, per spaccate in esercizi commerciali, tra cui un negozio di abbigliamento sportivo ed un furgone a Porto San Giorgio; un bar a Porto Sant’Elpidio oltre al furto dell’auto a Giulianova.
Nella circostanza, è stata deferita in stato di libertà una donna, F.G. anch’essa 43enne brasiliana e residente a Civitanova Marche, per il reato di ricettazione, es-sendo stata sorpresa dimorare all’interno dello stabile insieme all’uomo.
Il G.I.P. del Tribunale di Fermo, nella mattinata di giovedì, ha convalidato il fermo compiuto dai Carabinieri, disponendo la custodia cautelare in carcere. Il materiale sequestrato è a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli ulteriori rilevi del caso.






Questo è un articolo pubblicato il 22-09-2018 alle 15:13 sul giornale del 24 settembre 2018 - 887 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furto, grottazzolina, refurtiva, articolo, Arresto Carabinieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYDP





logoEV
logoEV