Amandola: La natura e l'uomo in una mostra fotografica

2' di lettura 07/09/2018 - Lo Spazio Eventi in Piazza Risorgimento ad Amandola ospita “…dopo…”, una mostra fotografica collettiva allestita dal gruppo Scatto Remoto.

Varcando la soglia della stanza che ospita la manifestazione ci si sente subito avvolti da una storia fatta di immagini. Suoni, sapori e odori sembrano uscire dagli scatti appesi alle pareti. Questi ultimi sono accomunati dalla presenza ricorrente della natura e dell’uomo che vive a contatto e in armonia con essa. Vicino alla vastità del firmamento attraversato dalla Via Lattea e ai paesaggi montani, in cui si scorgono vette innevate e dove il cielo si specchia nelle acque lacustri, si affaccia un ben più modesta presenza antropica. Una foto fissa un trattore che fa timidamente capolino da una capanna in legno, in un’altra troviamo una tavola ancora apparecchiata a fine pasto, sono semplici elementi di vita quotidiana che trovano il loro posto all’interno dell’equilibrio del mondo. Vicino a questi ci sono però anche le tracce di una ferita aperta: un campanile dilaniato, l’interno di un’abitazione distrutta dal terremoto e, poco sopra, due ragni che catturano un loro simile e si apprestano a farne banchetto. Quasi a voler significare che la natura segue un suo corso a cui tutti gli esseri viventi sono soggetti; talvolta alcune tragedie sembrano crudeli e inesplicabili agli occhi dell’uomo ma, in qualche modo, sono sempre necessarie. Dalle immagini esposte emerge l’elaborazione del trauma del sisma di due anni fa, che ha colpito l’entroterra marchigiano non solamente dal punto si vista materiale con il danneggiamento degli edifici, ma anche dal punto di vista psicologico. È un’accettazione cosciente di ciò che è stato, quasi un tentativo di riconoscersi come parte di un ambiente e di un territorio non sempre benevolo, ma comunque meraviglioso. La mostra è aperta al pubblico ogni giorno dalle 10:00 alle 19:00 fino a domenica 9 settembre.








Questo è un articolo pubblicato il 07-09-2018 alle 13:01 sul giornale del 08 settembre 2018 - 763 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Gloria Coccia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aX0P





logoEV
logoEV