Monte Rinaldo: Sagra della Bistecca e dello Spiedino di Castrato

09/08/2018 - La tradizionale Sagra della Bistecca e dello Spiedino di Castrato di Monte Rinaldo che si svolge da più 50 anni il secondo sabato e la seconda domenica di agosto a Monte Rinaldo, raccogliendo tra le mura del piccolo borgo numerosissimi amanti di una carne di qualità preparata in una maniera unica.

Questa sagra di ‘’nicchia’’ è riuscita a valorizzare un prodotto che sta scomparendo dalle nostre tavole, promuovendolo con la volontà di farlo apprezzare, per non far scomparire il suo utilizzo, la tradizione e la storia che rappresenta.
Questa sagra è riuscita a non far dimenticare una carne, il castrato, che è prelibata e ricca di gusto, ottima dal punto di vista qualitativo e preparata con una lavorazione unica tramandata da anni. La carne si contraddistingue da un giusto grado di maturazione ed è riconoscibile dal punto di vista sia della tessitura che del sapore. La storia racconta che sin dalla metà del novecento nelle aziende agricole di Monte Rinaldo era diffuso l’allevamento di ovini, in particolare montoni e castrati.
Castrati, che da sempre sono allevati in Italia e sono simbolo e conseguenza della transumanza. Infatti la tradizione era quella di castrare alcuni agnelli del gregge, poi fatti ingrassare dai pastori e dai contadini, ai quali venivano ceduti quale compenso per l'uso dei pascoli, per essere infine utilizzati come riserva di carne dalla famiglia.
A Monte Rinaldo la storia contadina racconta proprio di questa pratica che ha portato alla consumazione di questa carne, cotta alla brace e abbinata a verdure di stagione.
La Sagra della Bistecca della Bistecca e dello Spiedino di Castro di Monte Rinaldo vuole ricordare proprio queste tradizioni del passato per farle diventare oggi volano di promozione turistica per il paese e per la zona stessa.
La bistecca e lo spiedino di castrato di Monte Rinaldo vengono proposti in questa sagra, con una ricetta che si tramanda oralmente da generazioni, sin dall’anno 1968. Quest’anno si arriverà alla 51^ edizione di questa sagra del castrato “vero” , la sagra italiana del castrato più antica. L’aspetto unico e la particolarità della preparazione rendono questa piccola sagra di paese una vera e autentica sagra di qualità.
L’appuntamento è fissato per sabato 11 e domenica 12 con l’apertura dello stand gastronomico con un menù a base di bistecca di castrato, spiedino di castrato, panzanella, salsiccia, olive all’ascolana, contorno di patate e pomodori, il tutto in abbinamento con del buon vino del territorio.
La sagra si svolgerà nel centro storico di Monte Rinaldo, affacciati sul Belvedere che spazia sul territorio fermano, dai Sibillini all’Adriatico. Con l’occasione inoltre si potrà far visita alla stupenda Area Archeologica La Cuma, un gioiello archeologico unico nelle Marche. Possibilità di visite guidate sia al mattino che nel pomeriggio .
Sabato 11 Agosto intrattenimento con Orchestra Marakaibo e X-Beat Band , Domenica 12 con Orchestra Andrea Bonifazi e Le Rimmel.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2018 alle 17:39 sul giornale del 10 agosto 2018 - 568 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte rinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXp2