A breve verranno indette le gare relative ai lavori di rifunzionalizzazione del Terminal

08/08/2018 - Il progetto prevede di realizzare all’interno un polo espositivo per l’arte contemporanea, uno spazio eventi, bar, biglietteria museale e per il trasporto pubblico

Nei giorni scorsi è stato approvato il progetto esecutivo. Ora si passa alle gare per gli interventi che riguarderanno gli impianti e le opere edili. In particolare, come noto, la progettualità prevede di realizzare all’interno un polo espositivo dedicato all’arte contemporanea ed uno spazio dedicato a eventi (incontri culturali, presentazione di libri ecc) della capienza massima di 200 posti, oltre che di un angolo bar e di biglietteria museale e del trasporto pubblico.
Il progetto di rifunzionalizzazione del Terminal è inserito nell’accordo tra Comune di Fermo e Regione Marche POR FESR 2014/2020 - Asse 6 (congiuntamente all’intervento sul complesso Fontevecchia). “Credo che si vada a disegnare già una Fermo futura - ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro. Ricordiamo cos’era quella zona fino a poco tempo fa: senza impianto di risalita, un parcheggio scollegato, a volte possibile ricettacolo di degrado. Oggi il Terminal viene inserito in un contesto appunto che può essere di frequentazione occasionale turistica ma anche più fissa da parte degli studenti. Una valorizzazione di una visione di Fermo di tanti anni fa che non si è mai messa in moto e adesso può arrivare a compimento”. Terminal che rappresenta appunto la porta di accesso alla città, con i nuovi ascensori appena inaugurati che permettono di accedere in modo più agevole al centro storico (ascensori scesi dai quali si trova la risalita meccanizzata in via S. Anna che porta a via delle Mura).
“Si va delineando quanto progettato – ha aggiunto Ingrid Luciani, assessore ai lavori pubblici - con un Terminal come accesso per la città sia per chi arriva a Fermo per lavoro che per chi la vuole visitare e conoscere turisticamente e un collegamento meccanizzato fino al centro della città. Spazio polivalente quello del Terminal, poco distante dall’ex mercato coperto che pure verrà riqualificato con l’Iti Urbano e poco distante da un altro spazio, dedicato in questo caso ai servizi al cittadino come Piazza Dante”.
Accordo con la Regione che appunto prevede, in particolare, su Fermo di recuperare funzionalmente il Terminal che già da alcuni anni è connotato fortemente come luogo per l'arte contemporanea avendo ospitato mostre, iniziative e convegni riguardanti questo tema.
“Si procede con la tabella di marcia che ci siamo dati – ha aggiunto l’assessore alla cultura Francesco Trasatti: dopo l’apertura di San Filippo come sede museale e sede convegnistica, il trasferimento del Polo Scientifico in centro, la riapertura della Sala del Mappamondo, l’imminente avvio dei lavori per il museo archeologico a Torre di Palme, stanno per esser indette le gare per il Terminal su cui puntiamo come Polo del contemporaneo (arti visive e fotografia) e spazio attrezzato per eventi culturali a 360°”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2018 alle 15:52 sul giornale del 09 agosto 2018 - 373 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXnH