Monte Rinaldo-Ortezzano: Presentato il programma di Somaria 2018, la festa dedicata all’amico asino

3' di lettura 18/07/2018 - Laboratori, passeggiate con l’asino, incontri, musica, dibattiti, buona cucina e divertimento, il tutto all’insegna del giusto rapporto con il tempo della Natura. Tra Monte Rinaldo e Ortezzano, dal 20 al 22 luglio.


Somaria 2018. Se ne è parlato oggi, di questo festival legato ai valori del tempo e della biodiversità giunto alla 6° edizione, in conferenza stampa, presso la nuova sede della CIA di Fermo. Presenti i Sindaci di Ortezzano e Monte Rinaldo, Giusy Scendoni e Gian Mario Borroni, Alessandro Iacopini per la Pro Loco di Monte Giberto, Massimo Del Gatto e Gianluca Tuzi per l’associazione Somaria, Umberto Cingolani per la UISP. A fare gli onori di casa Franco Felici, del direttivo CIA Ascoli Piceno, Fermo e Macerata. Il programma si presenta oltre modo ricco, con un esordio venerdì 20 luglio a Monte Rinaldo presso l’area archeologica “La Cuma” con la chiusura della campagna scavi condotta in queste settimane nel sito da studenti e docenti dell’Università di Bologna: “esporremo alcuni reperti assolutamente inediti rinvenuti in questi giorni” ha dichiarato soddisfatto il Sindaco Borroni.
“Posso solo anticipare che abbiamo la conferma di come il santuario si presenti, nei secoli, un luogo di inclusione, dove hanno convissuto fianco a fianco la cultura picena e quella romana. E tutto ciò rientra in pieno nello spirito di Somaria”.
A fargli eco Giusy Scendoni che ha rimarcato come Somaria sia una festa ormai radicata per Ortezzano, con valori che sono propri dell’intera Val d’Aso: “in primis la biodiversità ed il giusto rapporto con la natura.
La famiglia Tuzi in questo senso, che è proprietaria dell’area in cui si svolge la festa, rappresenta un esempio: impresa di giovani che ha deciso di fare della terra il suo futuro, e di farlo in modo intelligente”. Somaria quest’anno si avvale del supporto strategico, per la cucina, della Pro Loco di Monte Giberto: “non una scelta a caso, ma dettata dalla ricerca che promuoviamo continuamente sui prodotti” ha dichiarato il delegato Alessandro Iacopini.
“Ci saranno le cinturelle alla jervicella ed hamburger biologici, così come le cacciannanze che cono un piatto tipico del nostro territorio perfettamente in linea con la filosofia di Somaria”. Umberto Cingolani della UISP ha ricordato come “a Somaria si sia svolta la prima partita di calcio camminato nelle Marche, due anni fa, esperienza che ripeteremo domenica con la partecipazione al quadrangolare di due squadre di assoluto valore finaliste al campionato nazionale”.
Massimo Del Gatto, presidente dell’associazione Somaria, ha infine ricordato i tanti appuntamenti della festa, dalle passeggiate con l’asino al mercatino, dai laboratori ai concerti musicali, dalle presentazioni di libri alle sedute di yoga. Una kermesse di attività tutte ispirate alla lentezza ed al quieto vivere, una pratica che Somaria intende promuovere e diffondere anche grazie al titolo di “Grande Ammi-Raglio d’Italia” che verrà conferito quest’anno ad Agitu Idea Gudeta, donna etiope fuggita dal suo Paese natale in nome della libertà e delle lotte contadine e che ha deciso di vivere in Trentino allevando una razza di capre in via d’estinzione, le Mochene.
Il programma completo della manifestazione, che si terrà dal 20 al 22 luglio, è consultabile sulla pagina facebook Somaria.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2018 alle 18:11 sul giornale del 19 luglio 2018 - 601 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, fermo, Zefiro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWKA





logoEV
logoEV