Vivere le Storie: Antonella Concetti

10/06/2018 - La scuola è un tema attuale sul quale ci preme essere attenti perchè l'educazione intelligente, porterà ad avere generazioni intelligenti e coscienti. Per fare tutto ciò il territorio si nutre di persone poliedriche e spensierate; oggi vi portiamo a Porto San Giorgio a conoscerne una.

Incontro Antonella in un locale sangiorgese e quasi senza accorgercene, restiamo a chiacchierare a lungo. Buona lettura

Presentati, descrivendoti in poche parole.

"Mi chiamo Antonella Concetti e ho quarantasette anni. Sono nata a Falerone e abito a Porto San Giorgio, dopo aver vissuto a lungo a Milano. Col cuore mi sento spesso in quella zona di “non- appartenenza”, tipica degli emigrati, perché ormai sono assente sia dai luoghi che ho lasciato che da quelli in cui vivo. Comunque spero, in vecchiaia, di fare ritorno a Falerone, dove mi piacerebbe dedicarmi al giardinaggio. Il mio desiderio è realizzare un roseto. Sono una sognatrice! Fantasticare rende l’anima più leggera. E sono anche una persona piuttosto introversa. Infatti non ho mai rilasciato interviste, ma a quanto pare, con discreta calma, mi sto emancipando dalla timidezza."

Cosa fai nella vita?

"Faccio la mamma di un’adolescente. E già basterebbe! Inoltre insegno in una scuola primaria di Porto San Giorgio. In particolare mi occupo di bambini che, per diverse problematiche, necessitano di sostegno."

Un mestiere anche quello. Hai hobby?

"Si. Mi piace molto scrivere e disegnare. Mi appassiona anche la scultura, ma ho bisogno di molto esercizio in questo campo. Talvolta m’improvviso floricoltrice! Con risultati appena accettabili, per ora."

Passando a quello che la occupa maggiormente durante il giorno, non posso esimermi dal chiedere che rapporto c'è tra lei e i suoi alunni....

"Dopo molti anni nella scuola, ho imparato che i bambini vanno “coccolati”. Oggi più che mai. Nessuna smanceria, intendo invece un atteggiamento positivo, gentile, incoraggiante, giocoso, mai svalutativo e di certo non privo di autorevolezza. Ho un buon rapporto con i miei piccoli alunni. Perché alle carezze dell’anima di solito si reagisce bene. Tutti. Grandi e piccini. La scuola è giudicante, si sa. Tuttavia se il giudizio non è un dito puntato ma un percorso di consapevolezza, insieme si può solo che migliorare e la tanto celebrata autostima dei ragazzi non avrà a lagnarsene."


Hai dei consigli da dare a chi inizia un percorso educativo-formativo?

"Credo che la tenerezza sia un sentimento dal quale non si possa prescindere, per intraprendere questo lavoro. Se un bambino, che ha tutto da imparare, irrita al punto da non suscitare più nessuna poesia, la vita lavorativa non sarà facile. Premesso questo, occorre essere disposti ad accettare le nuove sfide di una società complessa. Di Franti – per dirla alla De Amicis – è sempre stata popolata, la scuola. Ma oggigiorno occorre saper cogliere la virtù del “riso infame”. In fondo il disagio nell’apprendimento, nell’emotività, nella relazione – sempre più frequente - è figlio di stereotipi e intolleranza."


Passando all'aspetto dei tuoi interessi, hai detto di essere un'artista. In che senso?

"Gli artisti sono altri! Ho scritto alcuni racconti brevi (non per l’infanzia). Il Tempo è un tema che amo particolarmente e che ricorre nelle mie narrazioni.

Mi è capitato di esporre le mie opere a matita e pastello in manifestazioni locali. In particolare mi diletto nella ritrattistica.

Mi piace l’idea del “dare vita”. Creare una storia, un volto… è dare vita. E osservare, per interposta persona, il mio mondo interiore è per me molto affascinante. Terapeutico, dicono."

A me non sembra poco tutto questo. Progetti futuri ?

"Scrivere un romanzo ed illustrarne la copertina."

Attenderemo quel momento per una nuova intervista , grazie all'artista-maestra Antonella.


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it




Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2018 alle 09:54 sul giornale del 11 giugno 2018 - 2916 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, scrittura, educazione, articolo, porto san giogio e piace a squazo87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVsg