Fermo: Arte in festa: Mus-e scende in piazza

08/06/2018 - Domenica 10 giugno in Piazza del Popolo laboratori, concerti, lezioni aperte un mare di iniziative per scoprire il valore della solidarietà e dell’integrazione tra i più piccoli attraverso il linguaggio artistico

Domenica 10 giugno, dalle ore 16.00 in Piazza del Popolo a Fermo si terrà la giornata della creatività artistica Mus-e dal titolo “Arte in festa”. Laboratori, lezioni aperte, concerti, teatro, tante forme per assaporare la filosofia Mus-e che ha fatto del linguaggio artistico e della bellezza le chiavi per promuovere nelle scuole l’integrazione tra bambini italiani e stranieri. Avviato per la prima volta nel 1993, il progetto Mus-e, che si deve all’intuizione del grande violinista Yehudi Menuhin, è approdato in Italia nel 1999.
In pochi anni si è diffuso in diverse città, da Torino a Roma, da Firenze a Napoli, da Genova a Fermo, intervenendo in classe con un approccio pedagogico incentrato sulle attività artistiche. Ad oggi in Italia sono quasi 12.000 gli alunni che possono usufruire gratuitamente dei laboratori Mus-e. Nel territorio fermano l’attività è andata crescendo anno dopo anno fino ad arrivare, nel 2018, a coinvolgere 320 bambini di diverse scuole.
“Mus-e è un progetto che ti fa innamorare perché offre la possibilità di capire come l’arte possa connotarsi come linguaggio universale capace di superare ogni barriera”. A parlare è Enrico Paniccià, Presidente di Mus-e del Fermano onlus e membro del consiglio direttivo di Mus-e Italia.
“Da tempo coltivavamo l’idea di una festa Mus-e aperta a tutti e finalmente, grazie al sostegno di molti amici e del Comune di Fermo e della Pro Loco di Monte Giberto siamo riusciti a dar vita a questo sogno. Sarà un pomeriggio all’insegna del divertimento e del gioco, della conoscenza di sé e dell’altro, nella consapevolezza che ogni tanto è bene tornare bambini. Noi lo facciamo ad ogni lezione aperta che conclude i nostri laboratori in classe, perché la parola d’ordine che abbiamo adottato è «chi viene partecipa», quindi si danza, si canta, si disegna, si recita tutti insieme, alla ricerca ognuno del proprio talento artistico.”
Una formula vincente per insegnare, sin da piccoli, al rispetto dell’altro, della propria cultura e delle altre culture, in uno scambio reciproco di conoscenza che può contribuire a disegnare un futuro migliore per le nuove generazioni. “Il lavoro che Mus-e porta avanti nelle scuole è prezioso” – ha sottolineato il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro.
“Per questo come Amministrazione abbiamo promosso una convenzione con l’associazione e condiviso una serie di iniziative che riguardano sia un progetto Erasmus con la Spagna che una esperienza formativa a Lido Tre Archi nell’ambito delle politiche d’intervento sociale promosse dal Comune e dall’Ambito XIX. Altri progetti verranno a rinsaldare questa collaborazione che riteniamo strategica per coltivare uno spirito solidale e una propensione alla tolleranza di cui abbiamo, tutti, un grande bisogno”.
L’appuntamento, appunto, è per le ore 16 di domenica pomeriggio. Si comincerà con il coro della scuola Fracassetti – Capodarco e con i piccoli cantori Mus-e di Lido Tre Archi per poi proseguire con diversi laboratori affidati agli artisti Mus-e, a Marco Moschini e all’associazione Mondo Minore, tra spaventapasseri, burattini, colori e musiche. Poi le lezioni aperte di ben cinque classi Mus-e e lo spettacolo del ventriloquo affidato all’estrosità di Nicola Pesaresi. Spazio anche all’associazione “La Speranza” con alcune ragazze nigeriane che danzeranno e intrecceranno treccine ai bambini, e al dipartimento di studi umanistici dell’Università di Macerata che porterà l’esperienza pedagogica di Philosopy for Children.
Chiuderà la manifestazione la Junior band Città di Fermo con un concerto finale affidato alla bravura di giovanissime e giovanissimi musicisti in erba ma già con un buon numero di esibizioni nel proprio carnet.
La partecipazione è aperta a tutti e sarà attivo uno stand gastronomico gestito dalla Pro Loco di Monte Giberto dove si potranno degustare le famose cacciannanze, olive fritte di qualità, tagliatelle alla jervicella e molto altro ancora. Parte del ricavato dello stand gastronomico verrà donato all’associazione Mus-e del Fermano onlus.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2018 alle 22:14 sul giornale del 09 giugno 2018 - 547 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVre