Convincente vittoria per due reti a zero per il Futsal Cobà sul Cus Ancona

3' di lettura 06/05/2018 - “Vince solo chi è convinto di poterlo fare”, aveva detto nel pre-gara il Presidente Staffolani, risultando buon profeta dell’esito finale dell’incontro che poche ore più tardi vedrà trionfare con pieno merito i ragazzi di mister Campifioriti.

“Quando nasce una società, quando si inizia un progetto, è perchè si sogna di arrivare ad appuntamenti come quello di oggi. Non sarà un partita, ma LA partita”, gli aveva fatto eco il Pres. De Robertis riferendosi al match finale di andata dei playoff che, insieme a quello di ritorno tra sette giorni in casa, dopo appena 5 anni dalla fondazione, potrà catapultare gli Sharks in A2.
Gara attenta e concentrata per capitan Bagalini e compagni, che, con una rete per tempo, superavano 2-0 gli avversari, con un punteggio che, per quanto creato, poteva essere di gran lunga migliore. Prima frazione con gli Squali in grande spolvero che si portavano in vantaggio con bomber Sgolastra, ripresa guardinga con Siviero che arrotondava portando a due le marcature, con un Moretti in forma smagliante a blindare e tenere inviolata la propria porta.
Grande incitamento sugli spalti, invasi da una nutrita rappresentanza Cobà: tifosi che non smettevano nemmeno per un attimo di incitare i propri beniamini, gioendo con loro ad ogni rete ed intervento decisivo, fino al tripudio finale. Dopo la prevedibile fase di studio iniziale, infatti, iniziavano a fioccare le occasioni non capitalizzate per un soffio dagli Sharks: ad inaugurare la serie proprio il capitano (che avrebbe di certo meritato la gioia del gol per la qualità e la quantità espresse anche oggi in una prestazione tutta cuore e grinta), poco dopo imitato da Lamedica e Siviero.
Il match era acceso e vibrante, con Moretti a fare sempre buona guardia insieme al pacchetto arretrato: il 5-5 finale maturato in campionato era solo un ricordo, vista la diversa posta in palio. Non più l’onore di una singola partita, ma la possibilità di realizzare un sogno. Murate la punizione e la conclusione di sinistro di D’Artagnan, così come il piatto di Mazoni, mentre il tentativo di Paschoal si infrangeva sul palo: ai punti la vittoria si sarebbe sicuramente potuta assegnare agli Sharks, che infatti poco dopo trovavano, grazie ad un guizzo del solito implacabile numero 8, la rete del vantaggio.
Estremo locale infilato in contropiede e ospiti in festa per il meritato 1-0 che concludeva i primi 20’ nei quali il Futsal Cobà avrebbe certo meritato di più visto il gioco espresso, per di più concedendo pochissimo al pur forte avversario. Prevedibile la reazione CUS nella ripresa, con gli anconetani che provavano più volte ad impensierire Moretti, oggi insuperabile, con ripartenze infuocate e azioni manovrate che si susseguivano in rapidità.
Squali sempre affamati, che riuscivano ad arrotondare con un altro micidiale contropiede finalizzato da Mandrake Siviero su assist di Mazoni, dopo che era stato in precedenza salvato sulla linea di porta un pallonetto del capitano Bagalini. Giustissimo il doppio vantaggio per il Cobà, punteggio più volte accarezzato anche dallo stesso Sgolastra.
La gara terminava nella gioia degli Sharks, acclamati e abbracciati ad uno ad uno dai propri tifosi dopo la sirena: il match di ritorno a Fermo si preannuncia già emozionante e imperdibile. Vietato mancare, e sempre forza Futsal Cobà!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-05-2018 alle 18:03 sul giornale del 07 maggio 2018 - 226 letture

In questo articolo si parla di sport

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aUfF





logoEV
logoEV