Sottoscritto in Comune l'accordo per i contratti a canone convenzionato

1' di lettura 29/03/2018 - Il Sindaco Calcinaro: “Si tratta di un passo comunque importante perché va doppiamente incontro al problema della casa. Chi calmiererà gli affitti potrà godere di un’Imu ribassata.

Sottoscritto nella Sede Comunale di Fermo l’accordo fra le parti sociali della proprietà immobiliare (ASSPI, APPC, CONFABITARE, CONFAPPI, CONFEDELIZIA, FEDERPROPRIETA’, UPPI) e degli inquilini (SUNAI, SICET, UNIAT, UNIONE INQUILINI, ASSOCASA, FEDER.CASA) per la stipula dei contratti a canone convenzionato.
Presente il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro che ha dichiarato: “Si tratta di un passo comunque importante perché va doppiamente incontro al problema della casa. Chi calmiererà gli affitti potrà godere di un’Imu ribassata. Il Comune di Fermo dunque ci mette del suo per cercare di andare incontro a questa problematica”.
Ed, infatti, entrando nel merito delle agevolazioni, l’assessore al bilancio Savino Febi spiega: “Questa convezione stipulata è il giusto risultato di un dialogo che si è instaurato fra Amministrazione Comunale e le stesse organizzazioni per dare vita ad un accordo con delle novità per i proprietari che affittano gli appartamenti: l’Amministrazione Comunale, infatti, per favorire gli affitti a canone concordato ha previsto un’aliquota IMU dello 0,7% rispetto ad un’aliquota ordinaria dell’1,6%, aliquota agevolata che è a favore sia dei proprietari residenti che dei proprietari non residenti. Vista la vocazione universitaria della nostra città, inoltre, l’auspicio è che la misura intrapresa sia di stimolo all’affitto di appartamenti nel centro storico”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2018 alle 23:48 sul giornale del 30 marzo 2018 - 335 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, case, Comune di Fermo, imu, paolo calcinaro, affitto convenzionato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTaK





logoEV
logoEV