Prefettura: Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

4' di lettura 27/03/2018 - All’ordine del giorno, i servizi mirati “interforze” di controllo del territorio da effettuarsi in occasione delle Festività Pasquali

Presenti i vertici delle Forze dell’Ordine, il Presidente della Provincia, l’Assessore Torresi – con delega alla Sicurezza per il Comune di Fermo – i Sindaci di Porto Sant’Elpidio e di Porto San Giorgio con i rispettivi Comandanti delle Polizie Municipali. All’ordine del giorno, i servizi mirati “interforze” di controllo del territorio da effettuarsi in occasione delle Festività Pasquali, anche in relazione alle indicazioni fornite dal Capo Dipartimento della Pubblica Sicurezza nell’ultima recente circolare trasmessa ai Prefetti, in cui si richiama l’attenzione delle Autorità provinciali di Pubblica Sicurezza sulle misure di prevenzione da adottare, calibrandole ai propri contesti territoriali.
Al riguardo, il Prefetto D’Alessandro ha invitato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine a rafforzare il sistema di sicurezza, con specifico riferimento a tutte le manifestazioni di carattere religioso che si terranno nei prossimi giorni, in occasione delle processioni del venerdì Santo e delle celebrazioni liturgiche della Santa Pasqua nella Città Capoluogo, ma anche in tutti i Comuni insistenti sul territorio provinciale, attraverso l’apporto del capillare controllo delle Stazioni dei Carabinieri presenti in tutta la provincia.
In considerazione del consueto sensibile incremento della circolazione stradale, e del connesso incremento del fenomeno infortunistico, il Prefetto ha, altresì, evidenziato alla Dirigente della Sezione della Polizia Stradale la necessità di assicurare un rafforzamento della vigilanza sulle strade non disgiunto da un’attività di prevenzione e repressione delle violazioni delle norme di comportamento alla guida.
Sul punto, in relazione al prioritario impegno della Polizia Stradale lungo la viabilità autostradale ed extraurbana principale, si interverrà con interventi operativi di riequilibrio dell’attività di vigilanza sul resto del territorio provinciale da parte degli altri organismi di polizia, con un’attività di pianificazione dei servizi da parte dell’Arma dei Carabinieri, sollecitando l’attivazione delle Polizie locali negli ambiti dei rispettivi territori comunali.
Il Sindaco di Porto Sant’Elpidio ha rinnovato la richiesta di mantenere alta la guardia sul fenomeno della prostituzione insistente sul suo Comune, mentre il Sindaco di Porto San Giorgio ha rivolto analoga richiesta di attenzione sul fenomeno della vendita di prodotti contraffatti che, specie con l’arrivo della bella stagione, investe il Comune costiero, con significativo nocumento economico e danno di immagine per gli esercenti del commercio, sia titolari di negozi che ambulanti regolari presenti a Porto San Giorgio nei giorni di mercato e in occasione delle fiere. Su entrambe le richieste avanzate dai due Sindaci, il Prefetto ha sollecitato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine ad intervenire con appositi servizi mirati e concordati con le Polizie Municipali, che dovranno dare il loro contributo in termini di uomini e mezzi.
L’Assessore del Comune di Fermo ha ringraziato le Forze dell’Ordine per l’incessante opera da loro svolta nel controllo del territorio e nella repressione dei reati, auspicando, però, che la professionalità e le energie da loro spese non diventino, poi, vane.
Il Prefetto D’Alessandro ha portato all’attenzione del Comitato, allargato per l’occasione anche al Comando dei Vigili del Fuoco, la comunicazione pervenuta ai Prefetti della Repubblica dagli Organi centrali di Governo, relativa al “Rientro incontrollato in atmosfera della stazione spaziale cinese Tjangong 1”.
L’Agenzia Spaziale Italiana ha comunicato che la caduta dei frammenti è, al momento, prevista, nel periodo tra il 28/03/2018 e il 04/04/2018 all’interno della fascia di dispersione che corrisponde nelle Regioni a sud dell’Emilia Romagna inclusa. La finestra temporale e le traiettorie di impatto al suolo, potranno essere definite con maggiore precisione nel prosieguo dei prossimi giorni ed ore.
Il Dipartimento della Protezione Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha istituito un Tavolo tecnico di lavoro a cui partecipano tutte le articolazioni centrali dello Stato - ivi compresa la Direzione Centrale Emergenza del Dipartimento dei Vigili del Fuoco presso il Ministero dell’Interno – che sta monitorando gli sviluppi della situazione e, qualora nell’arco temporale sopra indicato le valutazioni dovessero prefigurare un coinvolgimento del territorio nazionale la Presidenza del Consiglio dei Ministri convocherà il Comitato Operativo di Protezione Civile.
In relazione alle indicazioni operative che dovessero eventualmente pervenire anche questa Prefettura, si procederà con immediatezza all’attivazione degli organi di coordinamento e gestione della specifica emergenza sul territorio provinciale. Nessun allarme sociale: come già diramato anche da molteplici agenzie di stampa, la probabilità che i frammenti cadano su un determinato territorio è assolutamente ridotta a percentuali infinitamente minime e, pertanto, non si può che attendere i prossimi giorni per avere dati più certi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2018 alle 14:29 sul giornale del 28 marzo 2018 - 249 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, prefettura di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aS5U





logoEV
logoEV