Calcio: Risultato partita Fermana - FeralpiSalò 1-1

2' di lettura 26/03/2018 - Si affaccia la primavera al Recchioni portando con sè una ventata di respiro per i canarini, dopo i due stop forzati in Friuli e Lombardia.

Destro sorprende i tifosi schierando un 4-3- 1-2 con il fantasista Da Silva a sostegno dei due puntelli Cognigni-Lupoli. Toscano si affida invece al 3-5- 2 con il mordente offensivo Guerra-Marchi.
Partenza sprint per i padroni di casa. Al 12′ tiro al bacio di Petrucci per Cognigni che, al volo tenta l’allungo in rete ma Caglioni non si lascia intimorire. Ancora gialloblù in attacca con Da Silva che scarta i suoi avversari e serpeggia per Cognigni che manca l’aggancio con il cuoio.
Primi minuti intensi e ricci di spunti per gli affamati canarini, alla ricerca del boccone da tre punti. Ospiti che reagiscono agli attacchi avversari prima con Ramos, poi con Rocca il quale, subentrato all’infortunato Dettori, al 31′ mette a segno la prima rete del match. Al 34′ calcio piazzato di Da Silva che sfiora l’incrocio dei pali a cui risponde Raffaello con un tiro a giro prontamente afferrato da Ginestra. Prima di andare negli spogliatoi, occasione d’oro per il fantasista brasiliano canarino che sbuca di testa ma i pugni di Caglioni mettono in angolo.
Nel secondo tempo musica per le orecchie del popolo del Recchioni. Al 6′st è un eurogol di Ferrante che la piazza proprio lì, nell’angolino alto a destra dove le prolunghe del guardiapali gardesano non possono arrivare, a trovare il gol del pareggio dei conti.
Prima rete stagionale per il difensore abruzzese, bravo a riportare l’ago della bilancia nel mezzo. Sventola la bandiera del Girfalco nella zona rettangolare in prossimità della porta ricoperta da Caglioni sotto la Duomo prima con un tiro al volo di sinistro di Saporetti vicino al sette; poi con Da Silva al 12′st che tenta il jolly dai 40 metri sorprendendo Caglioni che la butta in angolo.
Compagini affamate di punti che sfidano in un duello a suon di sciabolate, senza scalfire l’1-1. E’ negli scampoli finali che si consumano le azioni pericolose: al 41′st tiro flebile di Magnino che si spegne sul fondo; al 48′st, invece, morso di Maurizi con un tiro orientato allo specchio della porta sventato dalla punta della scarpa di un difensore verdazzurro. Un punto ossigenante per la Fermana contro una formazione, quella salodiana, a cui le Marche risultano decisamente indigeste. Sul tabellino delle vittorie dei leoni del Garda contro le squadre marchigiane campeggia lo 0. Uno 0 che anche oggi non è stato schiodato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2018 alle 18:59 sul giornale del 27 marzo 2018 - 292 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aS4P





logoEV
logoEV