Il progetto “Vino e tartufo” si da appuntamento lunedi 26 marzo all’Istituto Tarantelli a Sant’Elpidio a Mare

2' di lettura 25/03/2018 - Protagonista del piatto posto in abbinamento con 15 vini delle cinque provincie marchigiane sarà con il tartufo nero uncinato.

Lunedi’ 26 marzo per la seconda volta in questa edizione 2018 si riunirà la commissione del progetto curato da AIS Marche “Vino e tartufo” che decreterà il giusto abbinamento tra cibo e vino, incontrando in ciascuna provincia un piatto tipico a base di una delle varietà di tartufo, disponibili nella nostra regione, in base alla stagionalità.
Questa seconda tappa è fissata all’Istituto Alberghiero Tarantelli di Sant’Elpidio a Mare. tutti dati raccolti nelle degustazioni confluiranno nella Guida dei Vini della regione “Le Marche nel bicchiere 2019”, edita all’Associazione Italiana Sommelier delle Marche che documenta la storia ed i prodotti di 230 aziende vitivinicole marchigiane e delle aziende produttrici di olii mono-varietali della regione Marche.
Anche nella edizione 2019 sarà presente un ampia sezione dedicata alle diverse varietà di tartufo di cui le Marche sono ricche, non a caso questa regione è ritenuta la più tartufigena d’Italia, ed agli abbinamenti più graditi a questo fungo ipogeo.
Il progetto generale si articola in cinque commissioni esaminatrici, una per ciascuna provincia e per ciascuna tipologia di tartufo. Il Progetto coinvolgerà cinque Istituti Alberghieri regionali che prepareranno un piatto tipico della loro rispettiva provincia, a base di tartufo, supportando anche il lavoro della commissione di degustazione. Per questa seconda tappa la commissione degusterà dei Paccheri Senatore Cappelli con crema di patate tartufate, calamari tostati e salsa di tartufo nero Uncinato.
I ragazzi dell’Istituto Tarantelli si occuperanno del servizio e collaboreranno alla preparazione del piatto guidati dalla ricetta originale fornita dall’enogastronomo Piergiorgio Angelini e dai docenti.
A proporre i vini in degustazione sono sempre i delegati di Ais Marche che questa volta porteranno i vini bianchi fermi di corpo, sapidi, abbastanza freschi, abbastanza morbidi, abbastanza caldi, intensi e complessi.Il Progetto è Coordinato dal Delegato AIS Urbino Montefeltro Raffaele Papi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2018 alle 17:40 sul giornale del 26 marzo 2018 - 1091 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aS13





logoEV
logoEV