Amandola, attivato il servizio telemedicina. Marinangeli: “Per noi la parola “normalità” è un progetto"

12/03/2018 - Sabato è stato attivato il servizio grazie all'aiuto della comunità di Cinisello Balsamo.

“Per noi la parola “normalità” è un progetto. Grazie al vostro aiuto questo progetto si trasforma sempre più in realtà”. Con queste parole il sindaco di Amandola Adolfo Marinangeli ha ringraziato la delegazione dell’associazione ANTEAS Servizi di Cinisello Balsamo (MI), dopo il cordiale incontro, Sabato 10 Marzo, nella Sala Consiliare di Amandola, dove l’associazione lombarda ha donato alla RSA di Amandola un sistema di Telemedicina; “L’importanza che diamo a questo intervento - ha continuato il Sindaco - va oltre l’intervento di solidarietà, è anche una risposta a livello psicologico alla popolazione ed una risposta significativa delle istituzioni, che sono presenti e che hanno il piacere di investire in questo territorio offrendo ulteriori servizi come questo.”

Cesare Perego, Presidente di ANTEAS Servizi Cinisello, ha descritto così il gesto di generosità dell’associazione: “Quello che abbiamo fatto lo abbiamo fatto con il cuore. Questo è un progetto che noi riteniamo di fondamentale importanza. Noi adesso torneremo a casa più ricchi di prima e spero che questa reciproca collaborazione, amicizia e solidarietà prosegua ancora nel tempo.” Con loro anche il Direttore Generale dell’INRCA, il dott. Gianni Genga che ha ricordato come il sistema di telemedicina sia uno dei più avanzati in Italia e già attivo presso le strutture INRCA della regione Marche “Questo è per noi il primo servizio attivato nella provincia di Fermo insieme all’area vasta 4 e speriamo di poterlo estendere, in accordo con la Asur Marche, anche a tutta la popolazione anziana dell’area montana anche oltre i pazienti della RSA”

Presente alla cerimonia anche il Direttore Responsabile del distretto sanitario di Amandola dott. Tonino D’Angelo e il Responsabile dei medici di base dell’area montana, dott. Franco Rossi, che nel ringraziare l’Amministrazione Comunale e l’ANTEAS ha aggiunto: “E’ un servizio nuovo per la zona, ufficialmente legato alla nuova struttura: con il nuovo sistema abbiamo la possibilità di fare vari esami diagnostici come l’Elettrocardiogramma base, l’Holter (pressorio e cardiaco) o la Spirometria, con risultati in tempo reale grazie ad uno specialista che è in servizio da un’altra parte, in questo caso all'INRCA di Ancona. Questo ci permetterà di velocizzare le cure ed assolvere alla carenza dello specialista in loco con risposte immediate. Visto che il gruppo della medicina di Amandola, di cui io sono coordinatore, è presente anche nella RSA, non escludiamo un possibile utilizzo, in futuro, della strumentazione da parte nostra anche per pazienti selezionati, che hanno problematiche particolari di spostamento”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2018 alle 00:30 sul giornale del 13 marzo 2018 - 1874 letture

In questo articolo si parla di attualità, amandola, Comune di Amandola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSxg





logoEV