Ricomincio dai 50

1' di lettura 01/03/2018 - "Quello che dobbiamo ricordare a 50 anni, ma anche a 60 e 80 anni, è che questa è l'età della potenza, non dell'impotenza." Laura Campanello

Studi recenti hanno dimostrato che il cervello è l'unico organo in grado di modificarsi e di migliorare nell'arco di tutta una vita. Tale processo prende il nome di plasticità cerebrale e conferma che il cervello è particolarmente duttile e plasmabile a seconda dei nostri comportamenti. Sta a noi dunque modellarlo e influenzarlo in positivo o in negativo. E allora ha davvero senso parlare di invecchiamento? Le cinquantenni di oggi sono donne che vogliono sentirsi soddisfatte, amano riprogettare la propria vita, sognare e realizzare i propri desideri.
I 50 anni rappresentano solo un inizio, l'età in cui si cerca di far pace con se stesse, si ha la giusta esperienza, ci si conosce meglio e si è capaci di gestire al meglio le proprie reazioni. Le moderne over 50 si sentono ancora giovani dal punto di vista emotivo e fisico. Osano molto di più di quando avevano 20 anni perché non hanno più nulla (o quasi) da dimostrare.
Questa è la fase di vita in cui si fa un bilancio e ci si sente pronte a reinventarsi. Ecco allora alcune attività cui dedicarsi:
1) Un nuovo hobby (yoga, pilates, danza, uncinetto) magari in ottima compagnia;
2) Imparare una lingua vi consentirebbe di mantenere una certa elasticità mentale, stringere nuove amicizie e scoprire culture diverse;
3) Intervenire con piccoli accorgimenti nella propria routine (magari a cominciare dalla tavola).


di Ivana Esposito
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 01-03-2018 alle 19:22 sul giornale del 02 marzo 2018 - 572 letture

In questo articolo si parla di cultura, donne, progetti, cervello, articolo, over 50, Ivana Esposito, redazione viverefermo.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aSdo