Monte Urano: Il Camping Club Fermano fa tappa con cultura, arte e viaggio

23/01/2018 - Le giornate di venerdì 26 e sabato 27 gennaio 2018 saranno promotrici di eventi creati per la pubblicizzazione di arte, cultura e viaggio. Il Camping Club Fermano ha deciso di rendere questo fine settimana interessante per la popolazione di Monte Urano con un programma denso di appuntamenti.

Nella serata di venerdì 26 presso la Sala delle Riunioni del Comune ci sarà la proiezione e la presentazione del viaggio compiuto da un socio del Camping Club Fermano Mario Aliberti in Cina, e più precisamente nella poco conosciuta provincia Yunnan. Alle ore 21:00 sarà possibile assistere al racconto, in voce e per immagini, dell'avventura “I cinesi non sono tutti uguali”. Per l'occasione il protagonista dell'evento è stato intervistato, sopratutto per conoscere di persona il “pensionato viaggiatore” fermano, come è solito descriversi, e la sua esperienza extraeuropea.

I suoi viaggi all'aria aperta sono sempre nati dalla passione e si sono sviluppati sia in tenda, sia in caravan e camper. Solamente una volta libero dagli impegni lavorativi e familiari Mario ha avuto le possibilità di compiere lunghi viaggi da tempo desiderati che potevano varcare i confini europei. Le sue parole piene di entusiasmo parlano di sogni: “Dicono, e così è stato per me, che bisogna sognare perché i sogni possano realizzarsi, ed io avevo tanto sognato!”.

I viaggi più faticosi e avventurosi sono nati dopo l'età di 60 anni, toccando le coste più remote e i paesi più disparati: Africa ed India principalmente e poi Thailandia, Argentina, Mongolia, Selva Amazzonica, Ecuador, Perù, Papua Nuova Guinea e Vietnam.

La gran parte dei viaggi è stata organizzata allo scopo di conoscere e vivere i popoli indigeni, “quelli che noi chiameremmo selvaggi” e con i quali Mario ricorda di aver trascorso “i momenti più belli e gratificanti”.

Proprio il viaggio in Cina, un paese aperto al turismo da pochi anni e ancora abbastanza vincolante, è stato pensato per scoprire 25 delle 56 etnie presenti nel paese, quelle che si trovano nello Yunnan. Le parole di Mario descrivono i popoli indigeni come i “migliori custodi delle bellezze e delle ricchezze del pianeta” e parlano degli esemplari Hani, da 1300 anni custodi di risaie a terrazzi patrimonio dell'UNESCO. Come lo stesso Camping Club Fermano, promotore di viaggi e eventi culturali, lo stesso Mario Aliberti invita a viaggiare perché il viaggio è conoscenza, cultura e sopratutto mezzo per fugare la paura delle diversità e preanuncia la sua nuova avventura nell'isola di Sulawesi in Indonesia.

Sabato 27 gennaio alle ore 10:00 saranno aperte le visite alla casa-museo di Arnoldo Anibaldi, creata e promossa dalla moglie dell'artista, Lidia Capaldi; inoltre sarà possibile partecipare alla visita guidata dalla critica dell'arte Loretta Morelli per osservare l'affresco del 1400 della “Madonna delle nevi” recentemente restaurato e conservato nella sala consigliare di Monte Urano; per poi proseguire la visita alla torre dell'orologio. Tutti i camperisti saranno lieti di essere accolti per gli eventi delle due giornate nell'area camper di Monte Urano in via Urbino.








Questo è un articolo pubblicato il 23-01-2018 alle 00:30 sul giornale del 24 gennaio 2018 - 2434 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte urano, articolo, Silvia Tiburzi, camping club fermano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQV3