L'attore Simone Riccioni nella sede di Contrada Fiorenza

16/01/2018 - Riccioni, interprete e produttore del film “Tiro Libero”, nell’occasione non recitava un ruolo e forse per questo ha conquistato gli oltre 150 intervenuti.

Semplice, simpatico, genuino, positivo e dai sani principi. È Simone Riccioni protagonista di “A tu per tu” incontro organizzato domenica 14 gennaio dalla Contrada Fiorenza a Fermo. Riccioni, interprete e produttore del film “Tiro Libero”, nell’occasione non recitava un ruolo e forse per questo ha conquistato gli oltre 150 intervenuti.
L’evento, organizzato grazie al supporto di Don Michele Rogante e fortemente voluto e promosso dai Nobili Ghepardi, il neonato gruppo dei giovani biancoviola coordinato da Laura Mascetti e Michela Marchionni, ha segnato un gradito ritorno a Fermo di Simone Riccioni, sempre affezionato a questa terra, le Marche, che lo ha adottato all’età di sette anni e che lo ha visto muovere i primi passi nel mondo della recitazione.
Fermo e le sue bellezze storico artistiche - come sottolineato dal Vicesindaco Francesco Trasatti - saranno una delle prossime tappe del nuovo progetto #ripartodallemarche a cui Riccioni si sta dedicando per dare voce alla sua regione adottiva fortemente segnata dal sisma.
“Il terremoto ci ha piegato ma noi marchigiani sappiamo sostenerci a vicenda e non molliamo – ha detto Simone - questo territorio meraviglioso è già di nuovo in cammino e c’è tanto da scoprire, vivere e assaporare”. Simone Riccioni ha risposto alle numerose domande e curiosità dei ragazzi di Fiorenza, senza evitarne alcuna: in piazza la vita personale, i gusti, gli hobby, i progetti e le idee. L’attore ci ha tenuto a sottolineare come gli obiettivi che fino ha raggiunto sono frutto di una giovinezza caratterizzata dalla voglia di “rimboccarsi le maniche” ed “accettare nuove sfide”, cose che ora si tende sempre più ad evitare. Un ambiente come la Contrada, permeato di forte spirito aggregativo e socializzante, ha voluto trasmettere ai ragazzi messaggi positivi anche tematiche scomode come ha fatto lo stesso Riccioni nei sui lavori più recenti: “Come saltano i pesci” e “Tiro libero”.
Tra le nuove sfide di Simone Riccioni ci sarà anche la Cavalcata dell’Assunta: il Priore di Contrada Fiorenza, Lorenzo Giacobbi, lo ha infatti invitato pubblicamente a sfilare nel corteo del 14 e 15 agosto 2018 con i colori biancoviola, per sostenere ancora una volta in prima linea i valori e le bellezze di una città come Fermo, fiore all’occhiello di una regione che trasuda storia, cultura e tradizione.
Da Riccioni e dai presenti un plauso all’organizzazione curata dal gruppo dei Nobili Ghepardi formato da: Ivonne Belà, Elisa Brandani, Aline Carosi, Sara Cerretani, Alessia Crisanti, Beatrice Decembrini, Letizia Decembrini, Lucia Del Gatto, Ludovica Del Gatto, Alessandra Fabbrizi, Sara Fedeli, Daniele Flamini, Alessia Isidori, Giulia Liberini, Matteo Liberini, Sara Lombardo, Caterina Luzi, Elisa Mancini, Filippo Montanari, Giulia Nakouzi, Sofia Panichi, Alex Pasquini, Martina Pellini, Raffaele Persiano, Leila Ruggieri, Giulia Segoni, Benedetta Zanatelli.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2018 alle 14:45 sul giornale del 17 gennaio 2018 - 704 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, nobile contrada fiorenza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQJx