Docenti del Conservatorio in Concerto

15/01/2018 - Due appuntamenti concertistici di rilievo sono in programma per mercoledì 17 e giovedì 18 gennaio prossimi alle ore 21 nell’auditorium Billè, organizzati dal Conservatorio di Musica “G.B.Pergolesi”.

Due appuntamenti concertistici di rilievo sono in programma per mercoledì 17 e giovedì 18 gennaio prossimi alle ore 21 nell’auditorium Billè, organizzati dal Conservatorio di Musica “G.B.Pergolesi”. “Non mi negar l’ultimo respiro” è il titolo dell’appuntamento di Mercoledì.
Un doveroso omaggio ad uno dei massimi musicisti vissuti a cavallo tra XVI e XVII secolo, Caludio Monteverdi “musico serenissimo a Venezia”. Protagonista sarà l’ensemble vocale dell’Accademia dei Dissennati diretto dal docente Marco Scavazza e composto da Ambra Luciani e Stella Visciola soprani, Serena Marino alto, Stefano Chiurchiù tenore, Lorenzo Chiacchiera basso. Verranno eseguiti brani dai Libri dei Madrigali scritti a Venezia tra la fine del 1500 e i primi anni del 1600, su testi di Torquato Tasso e Francesco Petrarca. Altri due valenti interpreti, docenti anch’essi del Conservatorio fermano, Fabrizio De Rossi Re e Paola Lorenzi saranno invece i protagonisti del concerto del 18. “Old fashon. Mina, le canzoni della nostra memoria.”
Un omaggio e un viaggio attraverso le più belle melodie di quella che è stata ed è tutt’ora una delle nostre più grandi e intramontabili voci reinterpretata dall’inventiva e musicalità dei due versatili docenti. L'Accademia dei Dissennati L’Accademia dei Dissennati nasce nel 2014 in seno alla classe di Canto rinascimentale e barocco del Conservatorio Pergolesi di Fermo grazie alla volontà di alcuni giovani allievi (tra cui i fondatori Ambra Luciani, Lorenzo Chiacchiera e Stefano Chiurchiù) di dar vita ad un gruppo in grado di affrontare il repertorio sacro e profano dal XV al XVII secolo con particolare attenzione al Madrigale, la forma di musica vocale più studiata ed eseguita dall’ensemble. Fin dalla sua fondazione il gruppo si avvale della preziosa consulenza tecnica e stilistica del M° Marco Scavazza.
L’Accademia dei Dissennati si distingue per l’inflessibile coscienziosità nella lettura della partitura e per la minuziosa ricerca filologica, fattori in grado di presentare esecuzioni storicamente informate di pagine altrimenti riprodotte spesso con poca pertinenza musicologica o con formazioni eccessivamente allargate. A questo proposito l’Accademia dei Dissennati modula il proprio organico a seconda del progetto musicale da affrontare, tendendo sempre alla fedeltà storica. L’ensemble si è distinto sul territorio marchigiano ed extramarchigiano per l’esecuzione di una parte dei Responsori di T. L. de Victoria (di cui è prevista l’esecuzione integrale nel 2018) e per un programma sui madrigali petrarcheschi di Luca Marenzio, produzione che ha riscosso particolare successo. Vanta inoltre una prestigiosa partecipazione all’incisione del disco Sacred Music con l’orchestra barocca Modo Antiquo e la direzione di Federico Maria Sardelli.
Attualmente il gruppo è impegnato nella realizzazione di un programma madrigalistico su Claudio Monteverdi (in occasione del 450° anno dalla nascita del grande compositore cremonese) e in una stimolante collaborazione con la scrittrice maceratese Lucia Tancredi per un progetto letterario-musicale sul pittore rinascimentale Lorenzo Lotto. Sono altresì in via di programmazione l’esecuzione di alcuni oratori di Giacomo Carissimi e un progetto sulla musica napoletana del Seicento.


da Conservatorio Statale di Musica “G.B.Pergolesi”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2018 alle 16:10 sul giornale del 16 gennaio 2018 - 479 letture

In questo articolo si parla di cultura, Conservatorio Statale di Musica “G.B.Pergolesi”

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQHK