Monte San Pietrangeli: il presepe di Beatrice convince tutti

08/01/2018 - Il Concorso dei Presepi domestici entusiasma grandi e piccoli.

Domenica 7 gennaio è stato proclamato il vincitore dell'ormai consueto appuntamento con il Concorso dei Presepi domestici. Vince all'unanimità il presepe di Beatrice Marozzi, definito da molti una vera e propria opera d'arte. La signora, già vincitrice di edizioni precedenti, ha stupito la giuria composta unicamente da bambini che hanno valutato secondo i seguenti parametri: bellezza dell'allestimento, creatività, dovizia di particolari e armonia dell'intera realizzazione. Un successo su tutti i fronti che va a premiare la costanza e la dedizione con cui Beatrice si adopera alla creazione del suo presepe. Un lavoro certosino che prevede la scelta delle statuine ferme e in movimento, selezionate con molta cura secondo la vita e i mestieri di una volta. Scorrendo con lo sguardo si rimane estasiati dalla donna intenta a tessere la tela, dal fornaio, dal boscaiolo che taglia l'albero con un'accetta, dal pastore che tosa le pecore, dal fabbro, dal maniscalco e così via. Novità di quest'anno gli effetti "speciali": il giorno e la notte, l'alba, tuoni e lampi destano inoltre il bambinello che si scioglie in un pianto che solo la Vergine riesce a consolare con il suo canto melodioso. Tante le persone che in questi giorni hanno scelto di ammirare il presepe e di lasciarsi deliziare dall'entusiasmo con cui Beatrice lo presenta. La realizzazione ha richiesto diversi mesi di preparazione nonché uno studio attento degli scenari. L'iniziativa, organizzata dalla Parrocchia di SS. Lorenzo e Biagio, riscuote di anno in anno un successo sempre crescente in grado di coinvolgere tutto il paese.


di Michele Peretti
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2018 alle 21:21 sul giornale del 10 gennaio 2018 - 2681 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san pietrangeli, articolo, Michele Peretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQu1