Narcisismo patologico o manipolazione affettiva?

13/11/2017 - Freud fu il primo a delineare i tratti più salienti di una personalità narcisistica

Trattasi di una vera e propria psicopatologia che riguarda per lo più gli uomini. I narcisisti seriali si annidano ovunque, che sia tra le mura domestiche o in altri contesti come può essere quello lavorativo. Nella coppia rappresenta un ostacolo più per il partner che per la persona interessata.
Generalmente si instaura una sorta di rapporto di sudditanza dove uno è vittima e l’altro carnefice. Lo schema è quello di sminuire l’altro alla ricerca di continue conferme su di sé.
Il narcisista tende a sentirsi superiore e ha un bisogno smodato di essere ammirato. Inoltre il suo interesse verso il prossimo non è mai autentico.
Ecco allora alcune caratteristiche che ci permetteranno di capire quando abbiamo a che fare con un narcisista:
1) Adora essere al centro dell’attenzione;
2) Non sa ascoltare;
3) È particolarmente avvezzo a critiche spietate e per nulla costruttive;
4) Usa le persone per ottenere consensi;
5) Ha un savoir-faire che ammalia soprattutto quando si tratta di conquistare una donna;
6) È un abile plagiatore;
7) Si sente indispensabile. Tipica la frase: “Se non ci fossi io, non sareste capaci di far niente”;
8) Cela una grande fragilità che ammetterà a fatica;
9) Crede di non sbagliare mai;
10) Dà poca importanza al partner cui instilla forti sensi di colpa e dipendenza.


di Ivana Esposito
redazione@viverefermo.it




Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2017 alle 18:57 sul giornale del 14 novembre 2017 - 1206 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Ivana Esposito, redazione viverefermo.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOSS





logoEV