Fermana Calcio: Intervista al Responsabile dell'Area Tecnica Massimo Andreatini

12/11/2017 - "Giocatori di esperienza ed under sono entrati sin da subito in simbiosi, forgiando uno scudo protettivo immune dalle avversità che quotidianamente si palesano."

Quanto vale la vittoria di Salò?
“Vale tanto come tutte le altre vittorie sinora realizzate. Anzi, forse qualcosina in più, perchè i ragazzi, dopo soli 3 giorni dalla sconfitta casalinga contro i seriani, hanno dato una risposta molto importante a chi li aveva criticati aspramente ed in maniera ingiusta, dimostrando di reagire con i fatti”.
Qual è la forza di questa Fermana?
“Senza dubbio il gruppo che, mano a mano, si sta plasmando e che riesce a superare le difficoltà in maniera naturale, nonostante si sia formato in un lasso di tempo assai breve. Giocatori di esperienza ed under sono entrati sin da subito in simbiosi, forgiando uno scudo protettivo immune dalle avversità che quotidianamente si palesano. Ritengo che questo sia un aspetto fondamentale per la crescita stessa dei nostri: se la difficoltà viene presa in modo positivo e la critica si rivela costruttiva, il tutto viene recepito come carica da immagazzinare ed utilizzare nel corso della gara successiva. I nostri ragazzi sono da lodare in quanto uomini veri e seri professionisti”.
Turno di riposo – Gubbio – turno di riposo. Quanto influiscono queste due pause nel giro di 15 giorni?
“Le pause non giovano in maniera positiva ma, da inizio campionato, eravamo consapevoli di una giornata di sosta. Successivamente, con l’esclusione del Modena, i turni di riposo sono diventati due. L’unica soluzione è trovare il modo di non perdere condizione, attenzione e concentrazione attraverso un lavoro costante e giornaliero. Lunedì tutti si ritroveranno agli ordini del mister per riprendere subito il ritmo in vista della prossima gara contro il Gubbio. Nel frattempo, si cercherà di recuperare i ragazzi non al meglio della condizione e questo momento di stacco potrebbe essere utile proprio per ricaricare le batterie”.
Domenica 19 si tornerà in campo, al Barbetti di Gubbio. Che gara si prospetta con gli eugubini?
“Sarà una gara difficile come tutte le altre contro un avversario molto ostico e complicato da affrontare. Sia la Fermana che il Gubbio sono in lotta per la salvezza e la posta in gioco è molto appetibile da entrambe, per cui sarà una sfida all’ultimo sangue. Attenzione, concentrazione e pazienza saranno fondamentali, ma sono fiducioso che l’approccio sarà perfetto. Spero che i tifosi anche questa volta saranno con noi per darci il giusto sostegno e la spinta necessaria all’ottenimento di un buon risultato, proprio come accaduto a Salò”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2017 alle 23:38 sul giornale del 13 novembre 2017 - 281 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOQZ