S.Elpidio a Mare: "Da caos a cosmo",protagonisti gli alunni della classe IV U della scuola primaria “S. Giovanni Bosco” di Cascinare

30/10/2017 - Il genere letterario scelto per questa importante performance finale è stato quello dei miti: il termine "mito" deriva dal greco mythos, che significa “parola, racconto”.

L’auditorium “G. Giusti” ha fatto da scenario al saggio finale di dizione ed educazione all’espressione, in collaboraazione con l'Associazione "Progetto Creazione" che ha visto come protagonisti gli alunni della classe IV U della scuola primaria “S. Giovanni Bosco” di Cascinare. "Da caos a cosmo", questo il titolo del saggio.
Il genere letterario scelto per questa importante performance finale è stato quello dei miti: il termine "mito" deriva dal greco mythos, che significa “parola, racconto”.
Nasce dall'esigenza profonda degli esseri umani di rispondere alle grandi domande sulle origini dell’universo e dell’umanità, ovvero ‘sulla generazione del cosmo’, sulla natura, ma anche sulla vita e sulla morte, sul dolore, sul destino, e sui sentimenti.
“Proprio come i popoli antichi – hanno detto i ragazzini in presentazione - anche noi, non possedendo ancora gli strumenti legati al logos, per dare risposte a molti nostri interrogativi, abbiamo scoperto narrazioni ricche di immagini e cariche di implicazioni simboliche capaci di farci riflettere. Abbiamo valutato di lavorare sulla cosiddetta "mitologia classica", elaborata dai Greci: sui miti legati alla nascita della Terra e alle avventure di alcune divinità olimpiche, come quelle di Prometeo e di Pandora”.
Emozionante e coinvolgente la performance proposta sul palco con giovanissimi attori che, dopo un’attenta e precisa preparazione, hanno superato le loro paure ed ansie mettendosi in gioco con coraggio.
Un particolare ringraziamento, da parte delle insegnanti, è andato ad Alessandro Maranesi e Lorenzo Saber Bagalini, per la disponibilità e il grande impegno nel preparare e coinvolgere i ragazzini, accompagnandoli in un percorso di formazione personale, ma accompagnando anche i docenti in un processo di maturazione professionale.
“Alle bambine ed ai bambini che hanno calcato il palco del Giusti vanno i miei complimenti – dice l’Assessore Stefania Torresi, presente in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale – ma vanno anche a chi li ha preparati, li ha sostenuti e li ha motivati dimostrando, tutti insieme, di credere in un progetto con indubbia valenza educativa e formativa”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2017 alle 19:21 sul giornale del 31 ottobre 2017 - 326 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOut