Cibo locale? Risponde Slow Food, Sì, grazie!

3' di lettura 19/10/2017 - La condotta Slow Food del Fermano ha deciso di aderire alla campagna mondiale promossa dallo Slow Food a sostegno del cibo locale.

"Il Pianeta si scalda" è questa la premessa da cui siamo partiti, affermano i componenti dell'Associazione fermana "Bisogna fermare il cambiamento climatico, noi lo facciamo scegliendo il nostro cibo."
Con consumi ragionati, prodotti il più possibile locali e freschi, di stagione e magari liberi da pesticidi e fertilizzanti possiamo contribuire a ridurre le emissioni e sopratutto dare un chiaro messaggio alla comunità internazionale: vogliamo alternative al sistema industriale dominante e non vogliamo più aspettare. Per questo vi chiediamo di raccogliere la sfida con noi: per tre settimane metti in tavola cibo locale e di stagione.
"Il cambiamento climatico ti sembra qualcosa di astratto e molto lontano? Pensi che non ci sia niente che tu possa fare? E se invece ti dicessimo che ognuno di noi può fare la differenza?" I ragazzi dello Slow Food credono che il cambiamento sia possibile per questo hanno deciso di organizzare un evento per ribadire questo concetto
"E' importante prestare attenzione a qualcosa di molto semplice che riguarda la vita di ogni giorno: il cibo. Dal campo alla tavola, la produzione di cibo è responsabile di un quinto delle emissioni totali di gas serra. Ma ne è anche la prima vittima. Siccità, desertificazione, alluvioni, innalzamento degli oceani e inquinamento dei mari mettono in pericolo la sicurezza alimentare di tutto il pianeta. A soffrirne di più sono oggi le nazioni e i popoli più deboli, ma gli effetti del clima che cambia si sentono ovunque: inverni miti alternati a primavere gelide, colture mediterranee che si spostano a Nord, pascoli sempre più magri ed eventi naturali violenti e imprevisti."
La buona notizia è che possiamo contribuire alla soluzione, modificando anche di poco le nostre abitudini alimentari. Menu for Change è una campagna di Slow Food che invita tutti ad agire in prima persona.
La prima campagna internazionale che lega il cambiamento climatico alla produzione e al consumo di cibo. Inizia oggi! Aderisci alla nostra campagna, scegli cibi buoni, puliti e giusti.
Tutti possiamo essere protagonisti: Cibo locale? Sì, grazie! Noi abbiamo raccolto la sfida ed organizzato una cena promossa da SLOW FOOD SLOW FOOD Condotta del Fermano in collaborazione con L'Amaca Tasting & Art di Altidona (FM) ed abbiamo deciso di sposare una iniziativa importante:MENU FOR CHANGE volta a sensibilizzare circa l’incidenza che la produzione di cibo ha sui cambiamenti climatici .
Appuntamento Venerdì 20 ottobre CENA DEGUSTAZIONE presso L'Amaca Tasting & Art di ALTIDONA Via Don Micheli Ciotti, 4
Antipasti: Salumi e Formaggi della nostra Terra Muffin salato con funghi porcini dei Sibillini, Cavolo rapa gratinato, Vellutata di porro e patata.
Primo con Tagliatelle del nostro territorio al ragù di papera
Secondi: Papera in umido e Reale di vitello con salsa di birra "Birrifirma"
Dolce: Cantucci e Vino Cotto Azienda Agricola Germani
In abbinamento ai piatti saranno proposti i vini della cantina di Altidona presente nella guida Slowine 2018 della Cantina "Le Senate"
costo menù degustazione € 27,00 per info e prenotazioni 3312790460






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2017 alle 18:20 sul giornale del 20 ottobre 2017 - 366 letture

In questo articolo si parla di attualità, slow food

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aN0P





logoEV