Fermana Calcio: Ripresa degli allenamenti con Mister Destro

3' di lettura 18/10/2017 - Alla ripresa degli allenamenti settimanali, mister Destro, dinanzi ai microfoni della stampa locale, torna sul pareggio casalingo contro il Vicenza, partendo dal “digiuno da gol” che dura da 4 giornate

“I numeri li ho sempre guardati e questa volta ci indicano un problemino in fase di finalizzazione – spiega l’allenatore gialloblù – . Una difficoltà che riguarda non solo gli attaccanti ma tutti i giocatori che vanno ad aggredire l’area sui calci piazzati. E’ un problema generale non di reparto. Con il Vicenza abbiamo fatto 3 tiri da fuori che ci sono stati ribattuti; magari altre squadre, tirando da fuori, vanno in porta più facilmente, ma noi non dobbiamo nè piangerci addosso nè starci a pensare più di tanto.
Dobbiamo essere meno frenetici, più reattivi e più lucidi in certe situazioni sulle quali c’è da lavorare. E’ necessario interrompere il prima possibile questa serie “negativa”, ma il fatto di aver creato delle situazioni per andare in rete mi fa stare tranquillo.
Sarei molto preoccupato, al contrario, se in queste ultime 4 gare non ci fosse stata la sensazione di poter fare gol. Domenica, ad esempio, nel secondo tempo, la girata di Lupoli ribattuta da un difensore vicentino è un chiaro segnale che in certe circostanze si deve insistere di più”. Il tecnico, a fine gara, ha lanciato un segnale ai suoi ragazzi, ovvero quello di continuare su questa strada, che è quella giusta da intraprendere. “Era un messaggio netto e chiaro per continuare a fare come stiamo facendo.
Durante il nostro cammino si alterneranno momenti positivi e negativi, per cui dovremo cercare di essere sereni e viverli nella stessa maniera. Il segnale era continuare con grinta, agonismo, voglia e cuore, caratteristiche che ci hanno sempre contraddistinto da inizio campionato per riuscire a confermare sempre questa media. Media che si consolida settimanalmente lavorando sui nostri problemi, su quello che possiamo migliorare e pensando di partita in partita”.
Soddisfatto per essersela giocata ad armi pari con tutte le formazioni affrontate o rammaricato per i punti persi? “Un allenatore guarda in tutte e due le direzioni. Finora abbiamo giocato bene, ma sono arrabbiato perchè sono convinto che in queste ultime 3 partite ci è mancato qualcosa. Allo stesso tempo, sono onesto nel dire che contro il Mestre era più giusto il pareggio. E’ indubbio che dobbiamo proseguire con questo spirito, con questa determinazione e con questa compattezza perchè sul nostro percorso incontreremo squadre forti”. Domenica i canarini affronteranno al Mapei Stadium la Regia: “Sia per noi sia per tutti i ragazzi sarà motivo di orgoglio e di stimolo giocare su un campo così bello, in una cornice splendida contro una squadra blasonata come la Reggiana. Mi aspetto una partita come quella di una squadra che andrà a giocarsela contro una pretendente che vorrà imporre il proprio gioco. Noi dovremo far capire di che pasta siamo fatti e di affrontarla con un’idea in testa già ben definita.
Quando si entra in campo, si deve avere in mente l’idea di vincere la partita, altrimenti meglio restare a casa”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2017 alle 14:42 sul giornale del 19 ottobre 2017 - 452 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aN7L