Monte San Pietrangeli: Strade Comunali in rifacimento ma con quali criteri?

08/10/2017 - Agire con coerenza in nome di tutti secondo priorità: questo è il sentire di molti ma fra tanti che amministrano non tutti lo percepiscono

Monte San Pietrangeli: In una fase storica che vede una lenta e costante riduzione delle risorse finanziarie da parte dello Stato centrale nei confronti delle Province e dei Comuni, diventano ancor più strategiche e mirate le scelte di spesa pubblica di quest'ultimi. Tanti sono i modi per spiegare e definire le "priorità" e tra questi, pensati da uomini illustri che con la loro saggezza ed intelligenza si sono resi immortali, ci piace evidenziarne uno: " domani sarà ciò che oggi ho scelto di essere" (Jamesi Joyce).
Questa definizione è quella che secondo noi gli amministratori pubblici dovrebbero tener ben presente nel momento dello loro scelte che inevitabilmente condizionano il futuro di un paese come quello di una nazione.
A tal proposito è stata posta a questa redazione una domanda che vi rappresentiamo: quale criterio è stato seguito per la sequenza dei lavori di manutenzione delle strade comunali e vicinali di Monte San Pietrangeli? Noi possiamo dire che normalmente, nelle pubbliche amministrazione che hanno competenza sulle strade, si agisce prioritariamente sui piani viabili delle arterie stradali a più alta densità di traffico e più usurate per ripristinare anche e soprattutto la sicurezza.
Sulla scorta di tale e secondo noi logica considerazione, possiamo ritenere che l'ultimo intervento in ordine di tempo effettuato sulle strade di accesso alla zona artigianale di Monte San Pietrangeli doveva essere il primo dei diversi lavori di risanamento dei tappetini stradali effettuati dal Comune.
Ancora un segnale di scarsa lungimiranza dell'attuale Amministrazione o un modo di far percepire che il centro calzaturiero, primo fra tutti i piccoli Comuni della zona a pensare ad un'area destinata all'industria e all'artigianato, possa in un prossimo futuro reggersi e svilupparsi senza aziende che creano occupazione?
Forse gli attuali amministratori pensano ad una caratterizzazione diversa di Monte San Pietrangeli? Hanno studiato un piano di sviluppo alternativo all'industria manifatturiera? Magari si vuole incentivare l'agricoltura con il suo indotto e sfruttare meglio quelle poche ma preziose risorse storico artistiche che il Comune offre? Non sarebbe male ma, in attesa che le alternative maturino, sarebbe opportuno non trascurare quel comparto economico che, in una crisi strutturale dalla quale ne stiamo uscendo a fatica, localmente ha retto meglio molto meglio che altrove.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2017 alle 17:51 sul giornale del 09 ottobre 2017 - 2076 letture

In questo articolo si parla di attualità, sicurezza, strade, manutenzione, articolo, lorenzo bracalente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNLq





logoEV