Montefortino: Enrico Bracalente riceve la cittadinanza onoraria

22/07/2017 - Quando i bei gesti non hanno limiti e confini, possono nascere belle pagine da scrivere. Il piccolo borgo ai piedi dei Monti Sibillini, è stato il testimone di un bell’incontro: il Sindaco Ciaffaroni ha premiato l’imprenditore di Monte San Pietrangeli con la prima cittadinanza onoraria nella storia del piccolo borgo montefortinese.

Non capita tutti i giorni di assistere al conferimento di una cittadinanza onoraria, sia perché è qualcosa che lega la persona che la riceve indissolubilmente al paese che gliela dona, sia perché le motivazioni non sono mai banali. Il Sindaco Ciaffaroni allora, ha aperto le porte del comune per conferire ad Enrico Bracalente titolare del noto marchio di calzature e abbigliamento Nero Giardini, la targa di cittadino montefortinese e le chiavi della città. Il tutto è avvenuto in un clima di grande emozione e sensibilità.
La sala scelta per la cerimonia non è stata a caso, tant’è che lo stesso Ciaffaroni ci ha tenuto a spiegarne le motivazioni:

“ Questo evento di grande importanza meritava una location si istituzionale, ma che fosse anche simbolica. La sala consiliare ha subito danni legati al sisma, ma è il cuore del nostro comune e quindi ci piaceva poter svolgere qui questo passaggio. Una targa e delle chiavi- continua il sindaco- non possono certo commisurare il valoro umano della persona, che ha sempre dimostrato grande attaccamento alla propria terra e cercato di valorizzarne i punti di forza oltre a dare lavoro a più di 2500 famiglie.
Ci sembrava doveroso contraccambiare tanta generosità in qualche modo e così da oggi Montefortino acquista un nuovo cittadino simbolo di quella ricostruzione silenziosa, che è fatta di solidarietà e non di chiacchiere.”

Presente per l’occasione anche il sindaco del comune di Telgate(Bergamo) Fabrizio Sala, anche lui molto colpito dalla grande umanità dimostrata dall’imprenditore che conosceva solo di fama. Il sindaco lombardo è un’atra testimonianza di come più che dallo Stato, l’aiuto maggiore arrivi dai piccoli centri come il suo, che ha donato a 4 diverse famiglie montefortinesi 4 moduli abitativi per continuare a vivere sotto ai Monti Sibillini.

“Siamo arrivati qui per caso visto che i comuni della zona hanno avuto meno risalto mediatico rispetto ad altri interessati dal terremoto, ma abbiamo voluto portare il nostro contributo tangibile che potrebbe anche essere una goccia in un oceano, ma che testimonia la vicinanza tra due realtà lombarda e marchigiana, tenaci e orgogliose. Gesti come quello che applaudiamo oggi, dovrebbero essere fatti con più frequenza.”

Già ma la cittadinanza onoraria a cosa è dovuta?
È presto detto ed è un emozionatissimo Enrico Bracalente a raccontare la vicenda.

“Innanzitutto un doveroso grazie per questo riconoscimento, il primo per me e che ha un valore incredibile. Tra le molte opere di solidarietà che la nostra famiglia ha messo in campo negli anni, tra cui una forte donazione per il post terremoto dell’Aquila del 2009, o un recente finanziamento per l’ospedale di Fermo, oltre a diverse borse lavoro attuate sul territorio provinciale nel progetto degli “Artigianelli”, non potevamo restare immobili quando le Marche sono state colpite duramente dal sisma. Abbiamo voluto essere vicini alle popolazioni colpite più duramente, ma restando sul territorio che più ci appartiene e che sentiamo nostro, quello dei Sibillini: una meraviglia senza pari. Così coi miei collaboratori abbiamo cercato il comune che avesse maggiori priorità e necessità per poter essere d’aiuto. Tramite l’Assessor Mori del comune di Montefortino, abbiamo saputo che sarebbe stato utilissimo un nuovo scuolabus per i servizi di trasporto scolastici e non solo. La macchina si è messa così in moto ed oggi siamo qui ad inaugurare una risorsa di cui tanti si serviranno e che per fortuna hanno deciso di restare a vivere dove sono nati, nonostante tutto dimostrando tanto coraggio.”

Il gruppo Nero Giardini è leader in Italia e si sta affermando fortemente anche nel continente europeo, portando in giro il nome della qualità marchigiana ma guardando anche a non delocalizzare come hanno fatto molte aziende del belpaese. Enrico Bracalente crede molto nei luoghi in cui è nato, venendo egli stesso da una famiglia modesta ed essendo cresciuto nella campagna fermana. Molte grandi aziende straniere del settore calzaturiero sono in forte crisi, mentre la sua è in grande espansione e pur avendo girato tanto il mondo, ci tiene a sottolineare che quello che c’è nei nostri luoghi, non c’è da nessun’altra parte. E questi gesti lo testimoniano in pieno.
 


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it






Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2017 alle 14:55 sul giornale del 24 luglio 2017 - 2980 letture

In questo articolo si parla di attualità, solidarietà, montefortino, cittadinanza, articolo, onoreficenza, bracalente e piace a squazo87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLuv