Fermana Calcio: Intervista a Victor Da Silva

23/07/2017 - Si aggregherà lunedì ai compagni in ritiro a Rivisondoli l’attaccante classe 1995 di origini brasiliane che da sabato è passato dal Chievo Verona alla Fermana.

Un altro colpo importante l’arrivo del talentuoso puntero che, seppur giovanissimo, dopo aver entusiasmato nel Settore Giovanile clivense, ha già esordito in Serie A, vestendo in seguito le casacche di Brescia, Pescara, Teramo, Istra Pola, Perugia e Lupa Roma. A Fermo arriva un giocatore motivatissimo.
“Ho scelto la Fermana perché immediatamente mi ha convinto il progetto che mi è stato presentato. Ho capito subito che si credeva molto in me e che c’era una grande volontà di portarmi a vestire il gialloblù – ha dichiarato il ragazzo dopo l’ufficialità – per questo ringrazio della grande fiducia, che proverò sin da subito a ripagare in campo”.
“Sono molto carico e desidero far bene, sfruttando a pieno le mie risorse e le chances che mi verranno concesse – ha proseguito Da Silva – ho sensazioni positive e non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura e di tornare sul campo ad allenarmi e prepararmi alla stagione che verrà. Ora sto bene al 100%, mentre nell’ultima stagione sono stato frenato da qualche infortunio. Acqua passata, spero di portare in dote alla Fermana un po’ della mia verve e della mia brillantezza. A livello personale, mi auguro di essere sempre al meglio per aiutare la squadra e di diventare ancora più cinico realizzando qualche gol in più. La priorità però giustamente deve essere sempre al gruppo e alla causa comune, per la quale sono sicuro che daremo tutti il massimo”.
“Ho già avuto modo di conoscere la Serie C – ha concluso il brasiliano – una categoria in cui non sono a mio parere i singoli ma la forza del collettivo a fare la differenza. Si tratta di un campionato difficilissimo, meno tecnico ma più agonistico rispetto alla Serie B, con tante compagini attrezzate e pronostici mai scontati. Contano determinazione e voglia e sono sicuro che da parte mia e della Fermana non mancheranno. Conosco già per averlo visto giocare Alessandro Roma (che come me proviene dal Chievo), mentre con Franchini ho fatto il Settore Giovanile.
Sono certo che potremo fare bene, potendo contare anche sul valore aggiunto rappresentato da un grande Mister come Flavio Destro. Anche lui è stato giocatore, ha militato nella massima Serie, per cui sono convinto che saprà guidarci, motivarci e consigliarci a dovere. Mi sono già documentato su Internet dello splendido percorso compiuto l’anno scorso: video, immagini e foto della cavalcata vincente dei gialloblù mi hanno colpito. Fermo è una grande piazza, affamata di calcio, e io sarò orgoglioso di vestire questi colori, sperando di portarli in alto”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2017 alle 22:26 sul giornale del 24 luglio 2017 - 932 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLwj