Arrestato il rapinatore seriale della costa fermana

20/07/2017 - Si tratta di N.V. venticinquenne sangiorgese. Aveva messo a segno colpi lungo la costa tra Porto Sant'Elpidio e Porto San Giorgio

Aveva fatto irruzione armato di coltello e di siringa intrisa di sangue in due esercizi commerciali dislocati sulla costa fermana e con il pretesto di un passaggio aveva preso l'autovettura al malcapitato di turno. L’arrestato N.V. 25enne del luogo, pregiudicato e tossicodipendente, in particolare, il 14 luglio presso il negozio di abbigliamento “Moda con Amore” di Porto Sant’Elpidio, dopo aver arraffato i soldi e il cellulare della commessa, aveva preso anche l’auto della stessa per scappare. L’auto, prontamente ritrovata dai Carabinieri del Nor – Aliquota Radiomobile di Fermo a Lido di Tre Archi, è stata restituita alla legittima proprietaria.
Qualche giorno dopo, il 17 luglio presso il negozio Swarovski “Krystal Boutique” di Porto San Giorgio, minacciava il titolare con un coltello di genere vietato e si faceva consegnare circa 500 euro prima di darsi alla fuga a piedi.
Ancora a Porto Sant’Elpidio il 18 luglio, nei pressi del supermercato Lidl, dopo aver avuto un passaggio da un rappresentante maceratese lo minacciava con una bottiglia rotta, fortunatamente senza procuragli lesioni; estorceva quindi al malcapitato il cellulare, il tablet e l’ l’autovettura con la quale si dileguava. Il veicolo veniva rinvenuto il giorno successivo dai Carabinieri del Nor – Aliquota Radiomobile e sottoposto a sequestro penale. 
I fatti, avvenuti in rapida sequenza fra loro, avevano destato grande sgomento nell’opinione pubblica.
La misura cautelare e’ stata emessa sulla base dell’attivita’ investigativa posta in essere dai Carabinieri della stazione di Porto Sant’Elpidio con il supporto dei colleghi del Radiomobile di Fermo.
Subito dopo la rapina del 14 luglio, infatti, dopo un’ora dall’evento criminoso, l’indagato veniva trovato in zona Lido Tre Archi con addosso parte della refurtiva e della stessa siringa utilizzata per intimorire la prima vittima.
 La tempestività delle forze dell'ordine e la descrizione particolareggiata fornita dalla commessa, hanno consentito ai Carabinieri di raccogliere gravi e concordanti indizi di colpevolezza. L’individuazione del responsabile hanno permesso al  G.i.p. del Tribunale di Fermo di emettere l'ordinanza di custodia cautelare.
Parallelamente il 25enne, grazie ai numerosi elementi raccolti a suo carico dai Carabinieri, e’ stato denunciato anche per le rapine del 17 e 18 luglio, rispettivamente dalle stazione CC di Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio: denunce che contribuiranno ad aggravare ulteriormente la posizione processuale dell’indagato, ormai assicurato alla giustizia.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2017 alle 15:42 sul giornale del 21 luglio 2017 - 1273 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, arresti, sicurezza, carabinieri, redazione, porto san giorgio, porto sant'Elpidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aLqA