Lido di Fermo: Salsavino Cubano conquista tutti

11/07/2017 - “La diversità tra culture è qualcosa da valorizzare, non da temere” Kofi Annan

Sabato 8 luglio si è tenuto lo stage con il maestro Savino Melacarne, noto come Salsavino Cubano: l’unico sordo italiano maestro di danze caraibiche livello oro. Un’ordinaria giornata di mare si è trasformata in un toccasana per il corpo e per la mente.
Inizio alle ore 10 con un intenso riscaldamento muscolare e via subito con tre ore di salsa cubana. Terminata la pausa pranzo in un’atmosfera conviviale, si è passati alla bachata sino a tardo pomeriggio.
La giornata si è conclusa con la consegna degli attestati. L’evento è stato possibile grazie alla calorosa partecipazione di alcuni sordi provenienti dal Veneto e alla professionalità dello staff. Savino, dall’alto della sua esperienza, ha spiegato con estrema chiarezza ed elargito consigli, supportato dalla sua assistente Beatrice Chanels Ercoli.
Tatiana Cueto ha messo a frutto la sua passione per la fotografia cogliendo i momenti più significativi. Un plauso anche a Donatella Ruggieri per aver coordinato il tutto con precisione e massima disponibilità.
Le ore sono trascorse velocemente in un clima di spensieratezza e divertimento, allietato dalle battute del maestro. La forza di questo gruppo sta nel mirare dritti all’integrazione tra sordi e udenti grazie alla magia della danza.
Quando balliamo si innesca un meccanismo che va ben oltre ogni limite, in quel momento esistono solo le emozioni veicolate dal corpo. Occorre lasciarsi andare per comprendere appieno questa sensazione di libertà.
Come afferma Yuri Buenaventura: “Danzare è come parlare in silenzio. È dire molte cose, senza dire una parola.”


da Letizia Frattani e Michele Peretti
 




Questo è un articolo pubblicato il 11-07-2017 alle 08:46 sul giornale del 12 luglio 2017 - 1393 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, stage di danza, lido di fermo, balli caraibici, sordi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aK8o