Monte San Pietrangeli: A settembre due classi in meno: una nella scuola dell'infanzia e l'altra nella media e poi?

18/05/2017 - Su questo quotidiano, nel febbraio scorso, uscì un articolo dal titolo: "Scippo programmato dei bambini tra scuole, verità o solo chiacchiericcio?"

Monte San Pietrangeli: Allora si scriveva: "....... Il decremento delle nascite è un problema per tutte le scuole; in particolare per quelle dei piccoli Comuni che via via vedono ridurre il numero delle classi fino, in casi estremi, ad arrivare alla chiusura dell'intera struttura e Monte San Pietrangeli potrebbe, in un periodo medio lungo, rischiare un tale epilogo.....". Ora la notizia è ufficiale, la Scuola dell'Infanzia di Monte San Pietrangeli ha "perso" la sezione a turno antimeridiano, ciò significa che, da due sezioni a turno intero più una a turno antimeridiano, si è finiti ad avere soltanto due sezioni che per il prossimo settembre dovranno per forza di cose essere due classi eterogenee, quindi un rimescolamento di bambini delle diverse fasce d'età. Era una eventualità già prospettata da più parti e reale il timore che ciò potesse accadere; infatti dall'Usp di Ascoli Piceno è arrivata la conferma. Sempre nell'articolo di allora si diceva: "........Se è vero che l'utenza ha la facoltà di scegliere liberamente dove mandare a scuola i propri figli, è altrettanto vero che ogni Amministrazione attenta ai bisogni della propria cittadinanza ha il diritto/dovere di fare in modo che le proprie scuole non si svuotino a vantaggio di altre......." e ancora ".........un'Amministrazione dovrebbe manifestare, tutto l'interesse a salvaguardare le proprie Istituzioni Scolastiche. Come se non bastasse, la paura per il terremoto e il timore che le strutture di Monte San Pietrangeli non siano sicure stanno facendo il resto favorendo lo svuotamento delle classi; dunque meglio trasferirsi a Rapagnano perchè lì la scuola è antisismica. Ma sono fondate le ansie dei genitori di Monte San Pietrangeli riguardo alla sicurezza delle strutture scolastiche che ospitano i propri figli? Se non è così non sarebbe opportuno che gli Amministratori locali diano chiari ed inequivocabili segnali in tal senso?......" Ad oggi, è lecito domandarsi se e come la locale Amministrazione Comunale abbia fatto qualche cosa in tal senso e cioè abbia tentato di non far svuotare le Scuole del nostro Comune. Di certo si sa che pubblicamente non c'è stato alcun incontro rassicurante per le famiglie di Monte San Pietrangeli. Era stato anche promesso l'acquisto di un dispositivo tecnologico (Lim) e il potenziamento della connessione Internet in ogni sezione della Scuola; le promesse fatte non sono state mantenute, se non per l'acquisto di due pc, che in mancanza di connessione Internet possono essere utilizzati ben poco. Di contro si ipotizza di investire in altri progetti già sperimentati e funzionanti all'interno della Scuola. Si sta cercando di spostare l'attenzione su altre questioni? Non è forse più utile ed importante darsi delle priorità? La soppressione della sezione non rientra nelle priorità di un’Amministrazione? Come se non bastasse, anche la Scuola Secondaria di primo grado (Scuola Media), subirà la soppressione di una classe a causa della diminuzione delle nascite (in uscita 2 classi terze, in entrata 1 sola classe prima).


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 




Questo è un articolo pubblicato il 18-05-2017 alle 23:25 sul giornale del 19 maggio 2017 - 2127 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, lorenzo bracalente e piace a bracalente_lorenzo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJvM