P.S.Elpidio: sole, mare, colline e biciclette, che Pasquetta con la Granfondo

19/04/2017 - Una festa di Pasquetta coi fiocchi quella andata in scena a Porto Sant’Elpidio con la Granfondo che ha reso orgogliosi gli organizzatori del Comitato Promotore de il Grande Ciclismo a Porto Sant’Elpidio e la Gio.Ca. Communications perché hanno saputo organizzare un evento di tale portata.

Un successo reso possibile dall’amministrazione comunale di Porto Sant’Elpidio (con in testa il sindaco Nazzareno Franchellucci e l’assessore allo sport e al turismo Milena Sebastiani) e dal vasto pool di sponsor e di partner che hanno saputo credere ed investire su questa manifestazione giunta alla quinta edizione con 250 partecipanti ai nastri di partenza da nove regioni d’Italia. Una mattinata fredda e ventosa a fare da cornice alla partenza dal “Diamante” di Loriblu e poi il sole ha alimentato l’ardore agonistico e lo spettacolo tra le salite, gli strappi, le curve e le discese sui 134 chilometri del tracciato coinvolgendo i 19 comuni del Fermano (Porto San Giorgio, Lapedona, Moresco, Monterubbiano, Petritoli, Monte Vidon Combatte, Ortezzano, Monte Rinaldo, Montelparo, Monteleone di Fermo, Servigliano, Belmonte Piceno, Montottone, Monte Giberto, Ponzano di Fermo, Fermo, Monte Urano, Sant’Elpidio a Mare e Porto Sant’Elpidio) ed uno nella provincia di Ascoli Piceno (Montalto delle Marche).

Dopo una lunga battaglia che ha visto una quindicina di corridori al comando della corsa, Igor Zanetti (Scott Team Granfondo) e Cristian Barchi (Cannondale Gobbi Fsa) hanno preso coraggio e fatto la differenza per mettere nel mirino il traguardo. Obiettivo centrato per entrambi dopo una lunga galoppata di 30 chilometri: il lungomare di Porto Sant’Elpidio ha celebrato il loro arrivo in parata con tanti applausi da parte del folto pubblico che è rimasto colpito dalla sontuosa scenografia di arrivo sullo stile di una tappa del Giro d’Italia. Per il terzo posto in gran spolvero Alessandro D’Andrea (Studio Moda Hair Gallery) che ha avuto la meglio in volata nel gruppetto degli inseguitori composto da Renzo Mele (Team Go Fast), Manuel Fedele (Team Go Fast), Emidio Celani (Melania Omm), Samuele Scotini (Giuliodori Renzo-Bike Club Cafè), Edoardo Malatesta (Team Go Fast), Gianmario Ortenzi (Bikers Racing Team) e Giovanni Lattanzi (Studio Moda-Hair Gallery) dal quarto al decimo posto. Al femminile Barbara Lancioni (Somec MG K Vis) non ha avuto rivali ed ha concluso la propria fatica in solitudine mettendosi alle spalle le brave Orietta Schiavoni (Giuliodori Renzo-Bike Club Cafè), Mirela Victoria Nemes (Abitacolo Sport Club) e Federica Ruggeri (GS Sportissimo). Oltre a Zanetti (master 2), Barchi (élite sport), Fedele (master 1), Celani (master 3), Mele (master 4), Lattanzi (master 6) Lancioni (master donna 1) e Schiavoni (master donna 2), in gran spolvero per il primato di categoria Emidio Celani (Melania Omm) tra i master 5 ed Egidio Vallati (Giuliodori Renzo-Bike Club Cafè).

Alla Granfondo Porto Sant’Elpidio degna di nota la presenza di Luca Panichi, lo scalatore in carrozzina dalle grandi imprese sulle salite del Giro d’Italia: in occasione della granfondo ha impiegato 3 ore e 15 minuti per scalare l’ascesa di Montelparo sottolineando lo straordinario contesto della manifestazione che ha tutte le carte per crescere in ottica futura grazie ad un’accoglienza e ad un’organizzazione che non ha lasciato nulla al caso. Piena soddisfazione da parte del comitato organizzatore che continua a portare avanti con successo in stretta sinergia con le istituzioni e gli sponsor il progetto vincente tra ciclismo e promozione del territorio mettendo dentro tutte le migliori energie per rendere la Granfondo Porto Sant’Elpidio ancora più bella ed accattivante. Da elogiare il servizio d’ordine e di sicurezza garantito in toto dalla Polizia Stradale di Macerata e di Fermo (con il coordinamento generale del Comandante Marcello Iannone), dai Carabinieri, dai Vigili Urbani di Porto Sant’Elpidio (comandante Luigi Gattafoni), dalla Protezione Civile di Porto Sant’Elpidio (coordinatore Filippo Verdini), dall’Associazione dei Carabinieri in Congedo e dalla direzione di corsa (Mauro Benacquista e Giuseppe Greci), unitamente al supporto di Radio Corsa a cura del Team Capodarco (Gaetano Gazzoli, Simone Gazzoli e Mirko Marini), del GS Emilia di Adriano Amici, del Gruppo Servizio Corse Bergamo per il cambio ruote e del servizio sanitario Croce Verde di Porto Sant’Elpidio (con in testa il dottor Giuseppe Ciarrocchi).

Da parte degli organizzatori soltanto una nota di rammarico per la situazione di criticità nella gestione del traffico durante il passaggio della corsa tra Fermo e Porto San Giorgio.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2017 alle 13:15 sul giornale del 20 aprile 2017 - 682 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Porto Sant'Elpidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aIAP