Sant'Elpidio a Mare, Vienna è più vicina grazie all'Associazione "Santa Croce"

19/03/2017 - Parte il progetto ‘Contrada Condivisa’, si gemella con il progetto Freiluftsupermarkt, ideato e sviluppato dallo Studio Bauchplan di Vienna e acquista una dimensione europea

Erano gli inizi di gennaio quando l’Associazione Santa Croce presentava il progetto per nuovi percorsi tra storia e natura chiamato ‘CONtrada CONdivisa’, ideato e redatto da Paolo Fortuna (architetto del paesaggio) ed Elisa Fortuna (ingegnere ambientale). Nei giorni scorsi sono iniziati i lavori per realizzare una prima area di sosta in mezzo al verde della Contrada Santa Croce, a Casette d’Ete. I progettisti e i volontari dell’associazione Santa Croce e della Comunità ‘La Speranza’, hanno cominciato a dare forma a un progetto che sarà portato avanti grazie alla disponibilità dei frontisti oltre che delle scuole che provvederanno alla piantumazione e alla cura di alberi ed essenze.

Nel frattempo, si è concretizzata un’altra bella collaborazione tra i progettisti di Contrada Condivisa e lo Studio Bauchplan di Vienna, il cui team di architetti e paesaggisti ha individuato dei siti a Vienna e Monaco di Baviera (aree industriali abbandonate, periferie e zone degradate) in cui ha realizzato orti condivisi, attività didattiche, momenti ludici, di festa e di divulgazione.

Il Freiluftsupermarkt (questo il nome del progetto austriaco) al pari di Contrada Condivisa, è un intervento nato per attivare nuovi processi di socializzazione, di riavvicinamento tra il cittadino e il mondo della produzione alimentare sostenibile, di promozione e nuovi utilizzi di luoghi che vengono riconsegnati alla comunità.

Uniti dalle stesse vedute e da obiettivi simili, il Freiluftsupermarkt e Contrada Condivisa hanno deciso di allacciare una collaborazione che vedrà lo scambio tra culture diverse, metodologie e modi di intendere questi temi. Sant’Elpidio a Mare e Vienna più vicini grazie a paesaggi da riqualificare.

L’associazione Santa Croce ha coinvolto anche gli amministratori di Sant’Elpidio a Mare e di Porto Sant’Elpidio che stanno pensando a un progetto, complementare a Contrada Condivisa ma più impegnativo dal punto di vista economico e della fattibilità: una pista ciclabile e pedonale lungo contrada Santa Croce, tra Casette d’Ete e Bivio Cascinare e che arrivi fino a Porto Sant’Elpidio per collegarsi con il lungomare nord.

Un altro impegno importante e piacevole per l’Associazione Santa Croce che sta portando avanti la rassegna di incontri INCIPIT e, dopo aver ospitato lo scrittore Andrea Molesini, il gornalista narratore Federico Buffa e lo storico Franco Cardini, si prepara al prossimo appuntamento del 10 aprile (auditorium ‘Della Valle’, Casette d’Ete, ore 21,15, ingresso libero) con il giornalista inviato all’estero, Enrico Franceschini e il suo ultimo lavoro, ‘Scoop’.


di Associazione Santa Croce
Casette d'Ete - Sant'Elpidio a Mare




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2017 alle 09:47 sul giornale del 20 marzo 2017 - 674 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sant'Elpidio a Mare, vienna, associazione santa croce, contrada condivisa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHAH