Sant'Elpidio a Mare, il bilancio di previsione da approvare senza aumento di tasse

4' di lettura 14/12/2016 - Per la prima volta sarà approvato prima della fine dell'anno. Il Sindaco Terrenzi e l'Assessore al Bilancio Terrenzi annunciano che non ci saranno aumenti.

“Quello che sarà sottoposto al vaglio del Consiglio Comunale prima della fine dell’anno sarà un bilancio di previsione molto particolare: sarà l’ultimo di questa Amministrazione, sarà condizionato dalle vicende legate al sisma e sarà portato, per la prima volta, all’approvazione del Consiglio prima della fine dell’anno precedente. Si tratta di un percorso, quello relativo alla tempistica, iniziato qualche anno fa: quest’anno avevamo assunto l’impegno di portare il bilancio all’approvazione del Consiglio entro fine anno e ciò ci permetterà di lavorare non in dodicesimi”. E’ l’Assessore al Bilancio, Norberto Clementi, a illustrare il bilancio di previsione 2017/2019 che, in questi giorni, viene presentato dall’intera Giunta nel territorio nel corso delle assemblee pubbliche già avviate.

“Mi sento di ringraziare tutti gli uffici che si sono impegnati per questo importante obiettivo – aggiunge – ed è stato un gran lavoro da parte di tutti. Non è semplice scendere nel dettaglio delle cifre che sono, comunque, già a depositate e a disposizione dei Consiglieri, nonché inviate al Collegio dei Revisori dei Conti per il parere. La sfida è stata importante perché, comunque, si tratta di un bilancio che tiene conto del fatto che il programma del Sindaco Terrenzi arriva a metà anno: non abbiamo voluto vincolare, laddove possibile, l’amministrazione che verrà”.

E’ particolarmente importante da segnalare che la proposta non vede aumentare nessuna tassazione per i cittadini e attività economiche e continua la riduzione, seppur minima, per la Tari.

“Incidono anche i minori trasferimenti da parte della Regione per quanto riguarda in particolare il settore sociale. Nonostante ciò abbiamo cercato di incrementare alcune somme per il settore dei servizi sociali, alla luce delle molteplici necessità emerse su tale fronte. Abbiamo previsto, in particolare, un sostegno ancora in via di definizione per gli esercizi commerciali e le famiglie del Centro Storico soprattutto il relazione agli effetti prodotti dal sisma. Per quanto riguarda il personale, che assobre il 26% dell’intero bilancio, abbiamo riproposto le somme consolidate: un’esortazione che ci sentiamo di fare alla legislatura che verrà è quella di impegnarsi a colmare alcune criticità organizzative, in fatto di personale, che penalizzano l’attività amministrativa. Noi, in parte, abbiamo avviato una riorganizzazione che va però completata”.

Così come prevede la legge abbiamo incrementato i vari fondi per di dubbia esigibilità per i quali la normativa prevede addirittura una precentuale del 70% di una serie di entrate.

“Sui servizi sociali, come accennato, abbiamo cercato di aumentare le disponibilità laddove possibile e per cultura e turismo si è voluto mantenere lo stesso livello di vivacità fino ad ora dimostrato dalla nostra Città. Sugli investimenti, che sono comunque quelli che rispondono al programma elettorale del Sindaco a suo tempo messo a punto, il condizionamento dovuto al sisma è molto forte visto che sono state già stanziete somme per circa 700.000 euro per somme urgenze. Nel momento in cui lo Stato potrà dare ristoro a tali somme e ne potrà disporre è evidente che il bilancio verrà rimodulato”.

Clementi ricorda anche la variazione di bilancio di venti giorni fa che equivale ad un assestamento, e che è andata a condizionare anche il bilancio previsionale. “Quella variazione è stata dettata, come detto, dagli eventi sismici: oltre ad essere riusciti a fare un assestamento a pareggio, soddisfacendo tutte le principali necessità sopravvenute, tale variazione influenzerà anche la previsione 2017/2019”.

Il prossimo appunamento con le assemblee nel territorio è fissato per giovedì 15 dicembre alle ore 21.15 a Casette d’Ete nella sala parrocchiale. Proseguiranno lunedì 19 dicembre all’auditorium Giusti per il Capoluogo; martedì 20 alla sede dell’Associazione Luce Viva per il quartiere Luce; mercoledì 21 alla sala pubblica di Cretarola. Tutti gli incontri avranno inizio alle ore 21.15.

“Approvare il bilancio prima della fine dell’anno era un impegno che avevamo assunto in uno degli ultimi consigli comunali – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – e non posso che esprimere soddisfazione per essere arrivati a farlo concretamente. Credo di poter dire che il nostro è uno dei pochi comuni d’Italia che approva il bilancio di previsione prima della fine dell’anno precedente. Segno, questo, di un grande lavoro di squadra con gli uffici, che ringrazio, ma anche segno di un’ottima capacità di gestire la macchina amministrativa”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2016 alle 14:41 sul giornale del 15 dicembre 2016 - 961 letture

In questo articolo si parla di politica, Sant'Elpidio a Mare, Comune di Sant'Elpidio a Mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aEDy





logoEV