La Casa di Leopardi aperta gratuitamente per le scolaresche provenienti dalle zone del sisma

1' di lettura 06/12/2016 - Per tutto l’anno scolastico 2016/2017 le scolaresche provenienti dalle zone terremotate potranno visitare la Biblioteca Leopardi e la mostra Giacomo dei libri beneficiando di una riduzione sul biglietto di ingresso. Questa la recente iniziativa di Casa Leopardi per manifestare solidarietà ai comuni colpiti dal sisma.

“Centottanta anni fa, Giacomo ne La Ginestra davanti al potere distruttivo della natura riconosceva la grandezza dell’uomo nel sentimento di solidarietà di cui è capace “l’umana compagnia” nell’affrontare le avversità. – ha dichiarato la contessa Olimpia Leopardi discendente del Poeta - Oggi probabilmente, di fronte agli ultimi eventi, scriverebbe lo stesso. Come lui, siamo convinti che la ricostruzione del paesaggio naturale e urbano ma soprattutto quella del paesaggio umano, che è in ciascuno di noi, dipenda anche dalla nostra capacità di aiutare e di aiutarci.”

La Biblioteca di Casa Leopardi, aperta al pubblico nel 1812, ha rappresentato per Monaldo il padre del Poeta e per i suoi figli un impegno lungo una vita, protratto nei duecento anni successivi dagli eredi, che hanno mantenuto e valorizzato una raccolta ricca di oltre 20 mila volumi. Visitare la Biblioteca Leopardi è compiere un viaggio intellettuale che permette ai visitatori di approfondire la conoscenza del Poeta attraverso le opere e i testi che lo hanno reso l’eccezionale genio che noi tutti conosciamo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2016 alle 20:49 sul giornale del 07 dicembre 2016 - 1066 letture

In questo articolo si parla di cultura, terremoto, recanati, casa leopardi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aEnf





logoEV