Calcio: alla Fermana non piace il Molise, sconfitta contro la capolista Agnonese

23/10/2016 - Amarissima per i canarini la trasferta in casa della capolista Agnonese: per i ragazzi di Mister Destro in Molise arriva il secondo stop consecutivo in sette giorni. Una sconfitta dolorosa che si spera serva però subito da lezione.

Davanti a una buona cornice di pubblico, con una discreta rappresentanza giunta da Fermo, i granata di casa dopo essere andati in svantaggio (28' pt Molinari era lesto ad approfittare di un involontario assist della retroguardia locale e ad insaccare), trovavano il gol del pari con un colpo di testa di Ricamato sugli sviluppi di una palla inattiva allo scadere della prima frazione. Una doccia gelata per i gialloblù, che stavano invece cullando il sogno del raddoppio (ottimo Campanico sul bel colpo di testa di Cremona). Sugli stretti spazi del Civitelle, pochi istanti dopo l'avvio della ripresa, si materializzava però il peggior incubo per Comotto e compagni: la luce in campo sembrava spegnersi con Ricamato che riusciva pronti via a siglare il raddoppio con un'azione in fotocopia della prima marcatura. Mister Destro non si arrendeva, provando a cambiare le carte in tavola: dentro Mariani, Russo e un applauditissimo ex Marolda per provare a recuperare il risultato. Nulla da fare: addirittura l'Agnonese trovava con Pejic il gol del 3-1 e gli animi iniziavano a surriscaldarsi. Nel convulso finale la Fermana rimaneva in dieci per l'espulsione di Manè (reazione), mentre veniva spedito anticipatamente sotto la doccia anche il secondo portiere molisano La Mura, reo di veementi proteste dalla panchina. I canarini, a tempo quasi scaduto, riuscivano comunque ad accorciare le distanze ancora con Molinari in acrobazia, dopo che lo stesso attaccante argentino per due volte su punizione aveva trovato in Campanico un degno avversario. La gara terminava dunque 3-2: al triplice fischio tanta amarezza per Mister Destro e i suoi ragazzi che andavano a scusarsi sotto il settore riservato ai propri tifosi, visibilmente delusi.

«Ritengo che abbiamo fatto male: non si può affrontare una partita con questo spirito - ha dichiarato il Mister ai taccuini dei giornalisti - Non va bene per niente, dobbiamo cambiare registro subito: chi non ha il carattere per affrontare sfide del genere meglio che resti a casa. Abbiamo perso un'infinità di contrasti e non siamo stati cattivi e questo chiaramente è un atteggiamento che si paga. Noi dovevamo fare molto meglio. Giustamente i tifosi sono arrabbiati. Dobbiamo solo chiedere scusa, fare mea culpa e svoltare immediatamente, giocando ogni partita alla morte. La questione è solo mentale. Il nostro obiettivo è quello di onorare la maglia e sudarla partita dopo partita ed è questo che già da domenica prossima si deve tornare a vedere».

La cronaca

Prima frazione

2': annullata una marcatura a Molinari per fallo in attacco.

10' Di Lollo ci prova da fuori, Valentini c'è.

12': pericoloso Guida sull'out di Destra.

16': punizione Gragnoli per fallo di Bossa sui venticinque metri, respinge la barriera.

20': slalom in area per Gragnoli che serve al centro dell'area dove non ci sono compagni.

22': Manè pericoloso sugli sviluppi del primo corner gialloblù.

27': cross di Ricamato, Gragnoli si coordina al volo, fuori,

28': GOL!! Molinari beneficia di un involontario assist da parte della retroguardia locale e buca Campanico.

33': bella combinazione Petrucci-Molinari in area.

40': Valentini anticipa Pejic in area.

43': Bel colpo di testa di Cremona sugli sviluppi di una punizione di Molinari, para Campanico.

44': GOL!! Ricamato in tuffo di testa sugli sviluppi di un corner fa pari.

Seconda frazione

1': GOL!! Sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra Ricamato di testa raddoppia.

5': la risposta è affidata a Molinari, di poco out il suo tiro dal limite.

7': Valentini dice no alla potente conclusione di Gragnoli in contropiede, poi si esalta su Ricamato: la sfera finisce nel sacco ma Maranesi annulla.

9': punizione di Molinari direttamente tra le mani di Campanico.

20': finisce fuori il colpo di testa di Comotto.

32: Campanico dice no alla punizione di Molinari.

34': Bossa ben appostato sul secondo palo non riesce a siglare il pari.

37': GOL!! Pejic in diagonale sigla il 3-1

39': Campanico dice no al tentativo di Mariani.

44': GOL!! Molinari in acrobazia accorcia le distanze dopo un precedente tentativo su punizione.

OLYMPIA AGNONESE (4-3-1-2): Campanico, Demoleon, Guerra Walter, Di Lollo, Lucarino, Cassese, Gentile, Ricamato, Gragnoli (25' st Vitelli), Pejic, Guida (36' st D'Ambrosio). A disposizione: Cannella, La Mura, Ciampa, Navarro, Manneh, Di Federico, Guerra Nicola. Allenatore: Alessandro Del Grosso.

FERMANA (4-3-2-1): Valentini, Maghzaoui (33' st Russo), Ispas, Misin (15' st Mariani), Comotto, Bossa, Petrucci, Mane, Molinari, Omiccioli, Cremona (13' st Marolda). A disposizione: Polverino, Ferrante, Ghiani, Forò, Marti, Margarita. Allenatore: Flavio Destro.

ARBITRO: Sig. Valerio Maranesi della sezione di Ciampino.

ASSISTENTI: Sig. Pierangelo Pellegrini della sezione di Barletta e Marco Orga della sezione di Moliterno.

RETI: 28' pt e 45' st Molinari, 44' pt e 1'st Ricamato, 37 'st Pejic.

ESPULSI: Manè (39' st, reazione) e La Mura (39' st, proteste dalla panchina).

AMMONITI: Ricamato (34' pt, simulazione), Misin (2' st, gioco falloso), Di Lollo (5' st, gioco falloso), Pejic (9' st, gioco falloso).

CORNER: 2-7

RECUPERO: 1'+4'






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2016 alle 22:43 sul giornale del 24 ottobre 2016 - 1100 letture

In questo articolo si parla di sport, fermo, fermana calcio, agnonese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCEf





logoEV