Anziano monturanese arrestato, è accusato di rapina insieme a due prostitute che sono riuscite a fuggire

18/10/2016 - Rapina in zona Fratte ad un giovane ucraino residente a Fabriano. Intervengono i Carabinieri che inseguono l'auto sospetta e la bloccano.

Arrestato un pensionato di Monte Urano. Aveva caricato a bordo di un'auto due africane che, poco prima, avevano rapinato un giovane in zona Fratte. Sono stati i Carabinieri di Porto Sant'Elpidio ad intervenire e ad effettuare l'operazione. Secondo la loro ricostruzione, nella notte scorsa, un giovane di 22 anni di origini ucraine, ma residente a Fabriano, mentre stava percorrendo a bordo della sua auto zona Fratte, è stato fermato da una prostituta che è saltata subito a bordo dell'auto e ha bloccato il conducente minacciandolo con una bottiglia rotta. Nel frattempo è arrivata sul posto una sua connazionale. Le due si sono fatte consegnare dal giovane ucraino contanti e monili in oro per un valore complessivo di 350 euro circa. Poi sono salite su un'altra autovettura, condotta da un complice che evidentemente le stava aspettando. I tre si sono dileguati ad alta velocità. I carabinieri hanno intercettato e bloccato l'auto. Le due prostitute, favorite dall’oscurità, sono riuscite a fuggire a piedi per le campagne circostanti mentre il conducente è stato neutralizzato e tratto in arresto in flagranza di reato per rapina in concorso. I militari hanno perquisito l'auto e hanno trovato parte della refurtiva che è stata restituita al legittimi proprietario. Identificato il conducente dell'auto, un pensionato residente a Monte Urano che è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria di Fermo. Le indagini proseguono per cercare le due donne.






Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2016 alle 15:51 sul giornale del 19 ottobre 2016 - 7007 letture

In questo articolo si parla di cronaca, andrea leoni, rapina, fermo, monte urano, Sant'Elpidio a Mare, vivere fermo, porto sant'Elpidio, articolo, Prostistute

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCss





logoEV