Porto San Giorgio, i pescatori protestano davanti alla sede della Capitaneria di Porto, momenti di tensione

17/10/2016 - Alla base della protesta un verbale ed un sequestro effettuati questa mattina dalla Guardia Costiera. Il pescatore sanzionato ha subito un malore.

Circa 150 pescatori provenienti da Porto San Giorgio, San Benedetto del Tronto, Ancona e Civitanova Marche hanno protestato davanti alla sede della Capitaneria di Porto del Circomare di Porto San Giorgio in Viale della Vittoria. Alla base della protesta l'ennesimo verbale rilasciato nella mattina ad un pescatore mentre era all'opera, secondo indiscrezioni è stato sanzionato perché stava pescando sotto costa. Nella notte una motovedetta della Capitaneria si è avvicinata al peschereccio di Angelo Malaccari sanzionandolo con un verbale da migliaia di euro. Con il nuovo regolamento in vigore da fine agosto viene punito, con una somma che può arrivare fino a 75 mila euro, chi pesca al di sotto delle sei miglia oppure pezzature inferiori a quelle previste dalla legge. Il pescatore multato si è sentito male ed è stato necessario il ricovero in ospedale. Questa mattina ci sono stati momenti di tensione in Viale della Vittoria, sede della Capitaneria, è stato necessario l'intervento dei Carabinieri Sul posto anche il Commissario Leo Sciamanna ed il sindaco Nicola Loira. Una delegazione della marineria ha avuto un colloquio con il Comandante della Guardia Costiera Fabrizio Strusi e non si esclude un vertice in Prefettura.






Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2016 alle 09:57 sul giornale del 18 ottobre 2016 - 1250 letture

In questo articolo si parla di cronaca, andrea leoni, fermo, porto san giorgio, vivere fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCob