Sant'Elpidio a Mare: domenica il grande giorno con "FaiMarathon", alla scoperta della città nascosta

11/10/2016 - E’ stato presentato questa mattina, presso la Sala della Giunta del comune di Sant'Elpidio a Mare, il programma della “FAIMarathon”, la storica manifestazione promossa dal Fondo Ambiente Italiano per valorizzare il territorio italiano, quest’anno dedicata alla scoperta delle tracce medioevali della città di Sant’Elpidio a Mare. Il titolo dell’evento, che si terrà domenica 16 Ottobre, è FAIMarathon: “Le donne i cavallier’: l’arme gli amori”.

L’avvenimento permetterà di vivere una giornata da ‘turisti a casa nostra’. Una domenica d’autunno alla scoperta di luoghi insoliti e poco conosciuti. I giovani del FAI proporranno una loro speciale selezione delle bellezze nascoste di Sant’Elpidio a Mare, grazie a itinerari da percorrere liberamente – senza punti di partenza o arrivo, per intero o solo in parte, da soli o in compagnia – con l’apertura, in alcuni casi straordinaria, di luoghi che si “celano” ai nostri occhi nella vita quotidiana: palazzi, chiese, teatri, giardini, cortili, spesso inaccessibili al pubblico, a volte poco conosciuti oppure appena restaurati.
In tutto saranno nove i beni aperti al pubblico (con i seguenti orari 10-13/ 15-18). Nel corso della giornata sarà infatti possibile visitare la Sede Nobile Contrada San Giovanni, la Sede Contrada San Martino, la Sede Contrada Cavaliera Sant'Elpidio, la Sede Magnifica Contrada Santa Maria, la Perinsigne Collegiata di Sant'Elpidio Abate (dalle 13 alle 18), la Torre Gerosolimitana, la Chiesa di Sant'Agostino Nuovo, la Chiesa del SS. Sacramento e la Chiesa di San Filippo Neri e oratorio. Per l’occasione sarà, inoltre, prevista un’apertura straordinaria riservata soltanto agli iscritti FAI e a coloro che decideranno di iscriversi nel corso della “FAIMarathon” ad una quota vantaggiosa di benvenuto. Ai fortunati sarà data la possibilità di visitare il Palazzo Mallio - Fratalocchi (con i seguenti orari 10-13/ 15-18).
Gli Apprendisti Ciceroni® (studenti della Scuola Media “Andrea Bacci” e dell'Istituto Istruzione Secondaria Superiore “Carlo Urbani”) guideranno tutti i visitatori alla scoperta dei suddetti beni attraverso delle visite guidate d’eccezione. Sono previste visite guidate per bambini dell'asilo e delle scuole elementari, appositamente studiate e organizzate dai volontari FAI. La novità di quest’anno è rappresentata dal fatto che per la Torre Gerosolimitana e per la Perinsigne Collegiata di Sant'Elpidio Abate sono previste visite guidate anche in lingua inglese.

L’evento è organizzato dal Gruppo FAI Giovani di Fermo con il patrocinio del Comune di Sant’Elpidio a Mare e la collaborazione della Delegazione FAI di Fermo. Un’iniziativa stimolante ed insolita, in linea con l’intento del Gruppo Fai Giovani di Fermo, ovvero quello di dare risalto al patrimonio culturale e architettonico del territorio fermano, che è il filo conduttore di tutti gli eventi sin qui organizzati dalla delegazione. Tra le tante iniziative collaterali della FAI Marathon spiccano:

● apertura straordinaria della mostra "Hoc eventum portentuosum- Le pietre di Santa Croce tra cielo e terra" , organizzato dall'Associazione Santa Croce. Durante la giornata verrà tenuta aperta la sede associativa lungo corso Baccio, e si potrà visitare questo luogo suggestivo e ricco di storia;

● l'Ente Contesa del Secchio metterà in mostra l'allestimento: “Sant’Elpidio, la Città della Contesa” dedicato alla storia della più antica rievocazione del Fermano: la Contesa del Secchio. Tale allestimento fu realizzato alcuni anni fa in ricordo delle passate edizione della Contesa, e verrà riproposto in modo esclusivo per i visitatori della FAIMarathon;

● infine le Contrade e l'Ente Contesa proporranno delle scene di vita quotidiana all'interno del Centro Storico. A conclusione della mattinata, sarà allestita in piazza Matteotti una dimostrazione dell'uso dell'arco storico, mentre a fine serata verrà organizzato un piccolo corteo storico con una piccola rievocazione della contesa del Secchio.

Il Gruppo Fai Giovani di Fermo ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile questo evento. In particolare l’amministrazione comunale di Sant’Elpidio a Mare, le scuole, il parroco, il dottor Martinelli, l’ente contesa e le contrade, la confraternita San Filippo Neri, l’associazione Santa Croce e tutti i volontari del FAI.

Lucrezia Angelini (Responsabile Gruppo Fai Giovani di Fermo) - «L’evento si inserisce all’interno di una campagna molto più grande del FAI utile a raccogliere fondi per i prossimi restauri. Sant’Elpidio a Mare è un borgo pieno di ricchezze architettoniche riconducibili al periodo medievale. Il tema scelto per la FAIMarathon “Le donne i cavallier’: l’arme gli amori” si riferisce proprio a quel periodo. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questo evento».

Stefania Torresi (Assessore alla Cultura) - «E’ un onore essere tra le 150 città d’Italia che domenica 16 Ottobre saranno protagoniste della FAIMarathon. Sant’Elpidio a Mare sarà in grado di offrire una buona accoglienza ai tanti visitatori che giungeranno nel nostro comune».

Patrizia Cirilli Marini (Capo-delegazione FAI di Fermo) - «Sant’Elpidio a Mare è uno dei borghi più belli del fermano pertanto siamo lieti di allestire qui la 5° edizione della FAIMarthon. Vogliamo una famiglia sempre più numerosa e partecipe nel valorizzare il nostro bellissimo territorio ricco di patrimoni artistici di inestimabile e sorprendente valore».





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2016 alle 17:25 sul giornale del 12 ottobre 2016 - 1205 letture

In questo articolo si parla di cultura, Sant'Elpidio a Mare, fai marathon, Fai Giovani - Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aCct