Odissea dimissioni telematiche: la CGIL parla del malfunzionamento del portale del Ministero

Internet, web, computer 05/10/2016 - A seguito delle riforme introdotte con il "Jobs Act", a partire dal 12 marzo 2016 le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro devono essere effettuate in modalità esclusivamente telematiche.

Come si può leggere dal sito del Ministero, da le dimissioni dei lavoratori possono avvenire solo attraverso la procedura telematica, tranne che per alcune tipologie. Abbiamo accolto positivamente l'iniziativa volta a contrastare il fenomeno delle "dimissioni in bianco", ma dobbiamo denunciare una pessima gestione e funzionamento del portale del Ministero del Lavoro, Cliclavoro. Spesso lo stesso è in manutenzione, quindi si limita la possibilità ai lavoratori di potersi dimettere, in particolare per chi lo deve fare per giusta causa senza l'effettuazione del periodo di preavviso. Abbiamo segnalato più volte l'inefficienza del servizio ma, purtroppo, anche oggi il portale Cliclavoro è in manutenzione straordinaria. Preannunciamo sin d'ora azioni di denuncia alle autorità competenti.


da CGIL Fermo
Camera del Lavoro Territoriale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2016 alle 15:20 sul giornale del 06 ottobre 2016 - 923 letture

In questo articolo si parla di cgil, politica, ministero, dimissioni, jobs act, dimissioni telematiche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aBX0





logoEV