Montegranaro: l'amministrazione comunale fa chiarezza sulla questione dell'antenna di San Liborio

Antenna telefonia mobile 3' di lettura 20/03/2016 - Per fare chiarezza sull'operato dell'Amministrazione sulla questione dell'antenna di telefonia nella zona San Liborio, è necessario ribadire quanto segue:

– dal momento in cui è pervenuta la notizia della necessità di spostare l'antenna che copre il segnale telefonico nella zona San Liborio, l'Amministrazione si è attivata per acquisire tutti i pareri dai soggetti preposti a tale compito: Sovrintendenza, Corpo Forestale dello Stato, Asur e Arpam;

– Ad ulteriore precauzione si è chiesto un parere all'Ufficio Legislativo regionale, parere pervenuto da qualche giorno e che ha impedito all'Amministrazione di negare le autorizzazioni all'installazione;

– Molti cittadini in questo periodo hanno chiesto ed ottenuto puntualmente tutte le informazioni relative all'iter della vicenda;

– Ulteriori informazioni verranno fornite domani (lunedì 21 marzo), su richiesta di residenti della zona, ed in seguito verrà convocata una pubblica assemblea.

Non potendo impedire a norma di legge tale impianto, l'Amministrazione vigilerà con estrema attenzione sulla corretta installazione e sull'entità delle emissioni, con la cura dovuta alla tutela della salute pubblica. Il piano intercomunale di telefonia mobile, previsto dalla legge dal 2001, non è mai stato realizzato ed è pretestuoso pretendere che ad un anno e mezzo dall'insediamento dell'attuale Giunta dovesse essere compiuto ciò che non è stato fatto per 15 anni.

Lo studio del Cosif citato dal Consigliere Gismondi risale al dicembre 2008, altri Comuni lo hanno utilizzato per redigere il Piano intercomunale di telefonia mobile, ma a Montegranaro è rimasto lettera morta e non sappiamo perché, essendo egli Assessore all'urbanistica prima e Sindaco dopo. Né Sel né altri gruppi politici si sono negli anni mobilitati per la giungla di antenne nel centro storico, i cui residenti hanno gli stessi diritti di tutti i cittadini e sono esposti alle stesse emissioni di quartieri con antenne come quella di San Liborio.

Nel 2007, ad esempio, è stata autorizzata l’installazione di un antenna Vodafone Omintel sulla torre dell’acquedotto comunale; in tale circostanza vi è stato un preciso esame da parte della Giunta comunale, con Gastone Gismondi Assessore all’Urbanistica che ha dato il nulla osta agli uffici per l’ubicazione dell’antenna. Quindi:

- Ciò che si reclama oggi, perchè non è stato fatto all’epoca? Non risulta ci sia stato un coinvolgimento ed un’informazione alla cittadinanza;

- All’epoca, contrariamente ad oggi che l’autorizzazione è rilasciata dallo Sportello SUAP del Cosif, era necessario un puntuale permesso a costruire da parte del Comune che la Giunta comunale, con Gismondi Assessore, ha demandato agli uffici di rilasciare;

- Se è possibile, come si sostiene oggi, impedire l’installazione perchè non è stato fatto nel 2007 avendo un potere concessorio diretto da parte dell’Ente?

Purtroppo, da tutto quello che è stato riferito appare chiara la strumentalità dell’atteggiamento dell’opposizione che quando governa autorizza esplicitamente l’ubicazione e quando sta all’opposizione mette in croce l’Amministrazione per lo spostamento di un’antenna esistente pur sapendo che, oggi rispetto ad allora, non ha alcun potere decisionale in merito.

L'impegno di questa Amministrazione, prima del termine del suo mandato, sarà quello di redigere il Piano comunale, realizzando anche questo obiettivo con il tempo e lo scrupolo richiesto, diversamente da chi ha saputo solo promettere senza nulla concretizzare. Pieno sostegno, infine, all'operato dell'Assessore Roberto Basso, che ha sempre operato con competenza ed efficacia in tutti i settori delicati che segue, fornendo un supporto determinante all'azione amministrativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2016 alle 20:47 sul giornale del 21 marzo 2016 - 2136 letture

In questo articolo si parla di politica, Comune di Montegranaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/au4l





logoEV
logoEV