Calcio: i pali stoppano la Fermana, l'A.J. Fano vince 1-0

3' di lettura 20/03/2016 - La Fermana sbatte sui pali e il Fano, capitalizzando cinicamente la percussione solista del capocannoniere del torneo Sivilla, si porta a casa l’intera posta in palio.

E’ questa l’estrema sintesi di un match che ha visto i canarini tenere gagliardamente testa alla terza forza del campionato: consueto 4-4-2 per i gialloblù (con una formazione speculare rispetto a quella che si era imposta al "Del Duca"), 4-3-1-2 invece per i granata che in extremis recuperavano capitan Nodari, ma dovevano comunque rinunciare a Gucci infortunato, oltre al lungodegente Ginestra e agli squalificati Lunardini e Bartolini.

L'ingresso in campo delle due belle compagini che si sono date battaglia fino ed oltre il 90' è stato accompagnato dai ragazzi del settore giovanile canarino e della società Tirassegno '95. È stato però amaro nella domenica delle palme l'esordio del neo mister gialloblù al "Bruno Recchioni", stadio che per la terza volta consecutiva è caduto sotto i colpi dell'avversaria con identico punteggio. Privi per protesta del tifo casalingo a sostegno, i canarini quest'oggi sono comunque sempre rimasti in partita e sono stati battuti dai ragazzi dell'ex Alessandrini solo con il minimo scarto.

"Una sconfitta ampiamente immeritata - le parole di mister Destro in conferenza stampa - abbiamo avuto le nostre occasioni, gli episodi questa volta ci hanno girato tutti a sfavore. Al primo errore siamo stati puniti, abbiamo sbagliato un rigore, eppure ritengo che la squadra abbia fatto una buona gara. I ragazzi si sono impegnati al massimo e questa è la regola numero uno: abbiamo lottato alla pari con una grossa squadra, facendo a tratti anche meglio di loro secondo il mio parere, seppure ci sia mancata un pizzico di lucidità negli ultimi metri".

È successo tutto in 6 minuti, infatti, quelli trascorsi dalla base del montante centrata da Molinari su calcio piazzato (18’ st) al palo scheggiato dallo stesso attaccante argentino nel tentativo di trasformazione di un rigore concesso dal fischietto campano (24' st) solo dopo la segnalazione del primo assistente per fallo di mano di Marianeschi. Nel frattempo (20' st) Sivilla aveva perforato Olczak grazie ad un bel diagonale sul palo lungo, fissando il risultato sullo 0-1 finale che consegnava tre punti ai granata e tanti rimpianti ai canarini.

FERMANA – ALMA JUVENTUS FANO 0-1

FERMANA (4-4-2): Olczak, Sene, Iotti, Forò, Comotto, Bossa, Russo (33’ st Di Federico), Urbinati, Molinari (33’ st Pero Nullo), Cremona, Misin (25’ st Degano). A disposizione: Cascione, Carrieri, Ficola, Gregonelli, Valdes Seara, Dragone. All. Flavio Destro.

A.J. FANO (4-3-1-2): Marcantognini, Camilloni (49’ st Lucciarini), Verruschi, Favo, Nodari, Torta, Sivilla, Gregorini, Ambrosini (31’ st Sartori), Borrelli, Marianeschi (36’ st Marconi). A disposizione: Ottavi, Terre, Dejori, Mei, Santarelli, Apezteguia. All. Marco Alessandrini.

ARBITRO: Sig. Marco Acanfora della sezione di Castellammare di Stabia. ASSISTENTI: Sigg. Davide Cefariello e Antonio Mariniello della sezione di Ercolano.

RETE: 20’ st Sivilla.

NOTE: allontanato dalla panchina al 14’ st il viceallenatore della Fermana Rodia per proteste. Ammoniti: al 38’ pt Borrelli (scorrettezze), 10’ st Cremona (scorrettezze), 11’ st Molinari (proteste), 15’ st Urbinati (gioco falloso), 21’ st Verruschi (gioco falloso), 34’ st Torta (gioco falloso). Corner 1-6; recupero 1’+6’.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2016 alle 19:05 sul giornale del 21 marzo 2016 - 1331 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/au33





logoEV
logoEV