S.Elpidio e Porto Sant'Elpidio: due uomini arrestati dai carabinieri

carabinieri generico 28/11/2015 - I carabinieri di Sant’Elpidio a Mare, in collaborazione con i colleghi di Monte Urano, hanno tratto in arresto uno slavo, residente a Fermo, già noto alle forze dell’ordine per via dei suoi trascorsi giudiziari.

K.F., arrestato dai carabinieri in esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dall’A.G. di Macerata in relazione alle reiterate violazioni delle prescrizioni della misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali, a cui era sottoposto presso una comunità terapeutica del luogo, è stato accompagnato presso il carcere di Fermo.

A Porto Sant’Elpidio invece i militari della locale stazione hanno tratto in arresto un 32enne marocchino, pregiudicato, residente in città.

L’uomo è stato arrestato in esecuzione ad una ordinanza di misura cautelare emessa dal Tribunale di Fermo che concordava con gli esiti investigativi riassunti dagli stessi carabinieri circa la rapina ai danni di un suo connazionale domiciliato a Porto Sant’Elpidio.

L’uomo, lo scorso 28 settembre, mentre il connazionale si trovava seduto su una panchina del lungomare, l’avrebbe avvicinato e, con la complicità di un’altra persona, lo avrebbe colpito violentemente al volto con pugni rubandogli il cellulare.

Presa la refurtiva il 32enne si era dato alla fuga ma, grazie alla testimonianza di alcuni passanti e all’attività investigativa condotta dai carabinieri, era stato individuato e segnalato all’A.G. fermana che aveva emesso conseguentemente il provvedimento restrittivo.

Ora l’attenzione degli investigatori è concentrata sul complice.






Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2015 alle 17:21 sul giornale del 30 novembre 2015 - 1395 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aq3x





logoEV