Porto S.Elpidio: controlli dei carabinieri, tre persone nei guai

Carabinieri, 112 13/11/2015 - I carabinieri di Porto Sant’Elpidio hanno tratto in arresto il 34enne tunisino B.Y., pregiudicato già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per altra causa, sul conto del quale pendeva un mandato di arresto europeo ai fini estradizionali per i reati di associazione per delinquere e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Il mandato di arresto, emesso dalle autorità belghe, si riferisce a reati commessi in Belgio qualche anno fa. Pertanto il 34enne arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Fermo, a disposizione della Corte di Appello di Ancona.

Sempre i carabinieri di Porto Sant’Elpidio, in altre due occasioni, hanno denunciato in stato di libertà un 30enne algerino e un 34enne di Ortezzano.

Il 30enne, pregiudicato e senza fissa dimora, bloccato mentre tentava di disfarsi, occultandoli tra la vegetazione, di 3 involucri in cellophane, termosaldati, contenenti complessivamente 2 grammi di hashish e 2 grammi di cocaina, è stato deferito per il reato di traffico illecito di sostanze stupefacenti. Lo stupefacente è stato sequestrato.

Il 34enne, invece, è stato segnalato in stato di libertà per essersi rifiutato di sottoporsi al test dell’etilometro. Infatti, dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale senza feriti, l’uomo, alla guida di un Audi A6 in evidente stato di alterazione psico-fisica, si era rifiutato di sottoporsi all’accertamento del livello di tossicità ematica.






Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2015 alle 22:00 sul giornale del 14 novembre 2015 - 1572 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, 112, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqqU





logoEV