Tagli di 100 milioni alla sanità. Fabiani: 'No all'aumento della pressione fiscale per attenuare effetti'

30/12/2014 - Francesco Fabiani Segretario della UIL Pensionati di Ascoli Piceno e Fermo esprime forti preoccupazioni sulla manovra 2015/17 della Regione Marche e i relativi tagli che peseranno sui cittadini.

Sono infatti previsti tagli di 100 milioni per la sanità, la riduzione di 30 milioni (dimezzamento) delle risorse per le politiche sociali (infanzia, disagio, povertà), tagli ai trasporti (13 milioni) e del 10% delle risorse destinate alla politiche del lavoro. Preoccupanti sono i tagli alla sanità poiché riguardano la riduzione delle liste di attesa, la riconversione dei nuovi servizi socio sanitari, ai disabili e ai non autosufficienti.

Ci saranno inoltre ricadute anche sul fronte occupazionale per gli effetti sulla revisione delle provincie (gestione del territorio, appalti, delle scuole, attività promozionali). Fabiani evidenzia come sia impensabile attenuare questi effetti con un aumento della pressione fiscale sui cittadini marchigiani già fortemente penalizzati da una pressione tra le più alte al mondo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2014 alle 16:26 sul giornale del 31 dicembre 2014 - 742 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, ascoli piceno, uil pensionati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adu9





logoEV