Colletta Alimentare del 29 novembre. Dove vanno a finire gli alimenti raccolti?

Giornata Nazionale della Colletta Alimentare 10/12/2014 - Sabato 29 novembre si è svolta in tutta Italia la 18a Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

Nel fermano sono state raccolte, in 52 supermercati coperti dai volontari, circa 30 tonnellate di alimenti a lunga conservazione registrando un 27% in più rispetto al 2013. Un risultato ottenuto grazie alla generosità della gente che ha donato e soprattutto alla disponibilità dei volontari e degli Enti caritativi e associazioni di volontariato, oltre ai Rotary Club di Porto San Giorgio e di Fermo.

Tutto il cibo è stato portato la sera stessa della colletta presso il magazzino del Banco Alimentare di San Benedetto del Tronto, il quale rifornisce durante l'anno le varie associazioni dei Banchi di Solidarietà delle “Marche sud”.

Per quanto riguarda il fermano, il Banco Alimentare riesce normalmente a fornire ogni mese viveri per circa 400 persone, di cui il 55% sono famiglie italiane. Gli alimenti basteranno almeno fino a marzo 2015, sperando che nel frattempo vi si aggiungano gli alimenti provenienti dagli aiuti alimentari AGEA dell’Unione Europea, di cui proprio l’associazione del Banco Alimentare è partner.

"Il Banco di Solidarietà di Fermo si compone di decine di volontari che ogni mese seguono una o più famiglie a seconda della propria disponibilità materiale e di tempo - spiega il referente della Colletta Alimentare per Fermo e provincia, Marco Pecorari - è un gesto di carità personale, semplice e concreto, possibile a tutti".


da Colletta Alimentare
Provincia di Fermo







Questo è un articolo pubblicato il 10-12-2014 alle 20:54 sul giornale del 11 dicembre 2014 - 940 letture

In questo articolo si parla di Poveri, provincia di fermo, colletta alimentare, banco alimentare, raccolta cibo, Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acK0