Pedaso: peschereccio civitanovese affondato in acque internazionali

Tenente di Vascello Michele Grottoli, Guardia Costiera 02/12/2014 - A 42 miglia dalla costa, all'altezza di Pedaso ma in acque internazionali, un'unità da pesca civitanovese, la Nika, è stata speronata da un'imbarcazione mercantile battente bandiera maltese, la Fides.

L'impatto tra Nika e la nave mercantile proveniente da Monfalcone e diretta in Turchia è avvenuto intorno alle 14:00 di martedì pomeriggio. In seguito all'incidente Nika è colata a picco piuttosto velocemente e per diverso tempo i tre passeggeri - i fratelli Vincenzo e Fedele Amato e il marinaio Stefano Diomedi - sono rimasti a bordo di una scialuppa calata d'urgenza.

Mentre la motovedetta CP839 della Guardia Costiera si dirigeva nell'area segnalata per effettuare il soccorso dell'equipaggio, i tre passeggeri erano già stati recuperati da un'altra unità da pesca, 'Il Giglio del Mare' che - trovatasi nelle vicinanze - ha ritirato le reti e li ha fatti salire a bordo. Circa un paio di ore dopo sono tutti scesi al porto di Civitanova scortati dagli uomini della Guardia Costiera.

Le operazioni dirette dal Comandante di Vascello Michele Grottoli, una volta scongiurato ogni pericolo per le vite umane, hanno previsto anche un'intervento per mettere in sicurezza l'area in cui il peschereccio è affondato, sia da un punto di vista della viabilità che della tutela ambientale.

Gli operatori sanitari del 118 hanno provveduto ad accompagnare l'intero equipaggio presso l'ospedale di Civitanova per effettuare tutti i controlli del caso, ma sembra che le loro condizioni di salute siano buone.

Invece, per quanto riguarda la nave da carico Fides, le è stato richiesto di dirigersi verso il porto di Ancona al fine di svolgere gli accertamenti di rito e di acquisire maggiori elementi dal Comandante dell'unità. La nave è entrata in porto, ad Ancona, circa una mezz'ora dopo la mezzanotte del 2 dicembre. Sono tutt'ora in corso le verifiche di rito e gli accertamenti di Polizia giudiziaria.

Servizio in aggiornamento


di Arianna Baccani
redazione@viverecivitanova.it







Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2014 alle 21:29 sul giornale del 03 dicembre 2014 - 1739 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia costiera, peschereccio, articolo, affondato peschereccio, Arianna Baccani, Motovedetta CP839 Guardia Costiera, Michele Grottoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aco8





logoEV