Enoilexpo, ecco il bilancio finale

2' di lettura 21/01/2013 - Con un nuovo straordinario afflusso di visitatori anche nella giornata di domenica, si è conclusa la prima edizione di EnoliExpo Adriatica, la fiera di macchinari, attrezzature, prodotti e servizi per le filiere del vino e dell’olio.

Generale il consenso degli espositori, piena soddisfazione della Globe Trotter di Ferrara che ha organizzato la manifestazione e che ha fortemente creduto in Fermo quale località strategica per una fiera che, come si è dimostrato, ha catalizzato l’interesse dell’intero centro sud Italia, riscontrando partecipazione anche da numerosi Paesi dell’altra sponda dell’Adriatico.

“Avevo qualche dubbio su una nuova fiera in un posto come Fermo - ha ammesso Giacomo Laterza, direttore della Divisione Olio d’Oliva del Gruppo Pieralisi, leader mondiale di macchine olearie - ed invece ho riscontrato un’affluenza che non mi sarei aspettato, con visitatori dal profondo sud come Puglia e Calabria che mai pensavo potessero spostarsi nelle Marche a vedere EnoliExpo. Il ricco programma di convegni ha contribuito ad attirare operatori.

Il seme è stato gettato, ora bisogna internazionalizzarla sempre più. Perché in Italia manca una vera fiera specifica dedicata agli operatori dell’olio e del vino. Se questa nascesse nelle Marche saremmo estremamente contenti”. È stata insomma posta una importante “prima pietra” per un appuntamento biennale che, non va dimenticato, ha generato un indotto per il movimento di persone e merci nei tre giorni stimato in quasi un milione di euro, gran parte del quale spalmato sul territorio di Fermo e provincia tra alberghi, ristoranti, trasporti e servizi.

Stima questa sviluppata prudenzialmente per difetto, applicando l’effetto moltiplicatore che il fatturato di una fiera genera come indotto nel territorio, così come elaborato appositamente da uno studio della Bocconi di Milano. Aspetti su cui sarà importante riflettere per capire come, anche in un momento non certo facile per l’economia generale, il sistema fieristico riesca comunque a portare il proprio contributo, specialmente quando manifestazioni vengono organizzate con professionalità, serietà e competenza.

Per il Fermo Forum dell’imprenditore Giampiero Properzi una prima importante scommessa vinta, anche perché grazie ad EnoliExpo la sua struttura, i cui lavori di ulteriore ampliamento sono ormai prossimi alla conclusione, ha ricevuto una visibilità tale da renderla appetibile per altri nuovi appuntamenti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2013 alle 20:19 sul giornale del 22 gennaio 2013 - 545 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, enoilexpo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Iuq





logoEV