Il vino marchigiano piace in tutto il mondo

1' di lettura 16/01/2013 - Storico record per il vino marchigiano all’estero che nel 2012 ha raggiunto il valore di 50 milioni. Ad annunciarlo è la Coldiretti Marche, sulla base di una stima relativa su dati Istat, in occasione dell’Enoliexpo.

La fiera dedicata a macchinari, attrezzature, prodotti e servizi per la vitivinicoltura e l’olivicoltura, in programma da venerdì 18 gennaio a domenica 20 al quartiere espositivo Fermo Forum a Girola di Fermo. Proprio venerdì, alle ore 15, si terrà un convegno promosso dall’istituto marchigiano di tutela dedicato al tema “I nostri vini nel mondo: strategie ed opportunità”.

Con le esportazioni vitivinicole che si confermano ancora una volta la voce più importante del made in Marche agroalimentare all’estero, occorre ora puntare sull’aggregazione dell’offerta, mettendo in campo politiche adeguate che rendano i nostri prodotti in grado di affermarsi ancora di più sui mercati esteri. Vi prenderanno parte, tra gli altri, Alberto Mazzoni, direttore dell’Imt, l’ex assessore regionale all’Agricoltura, Paolo Petrini, Michele Alessi del Ministero delle Politiche Agricole, con il giornalista e conduttore Paolo Notari come moderatore.

Nelle Marche, secondo elaborazioni Coldiretti su dati Istat, sono attive 14.200 aziende vinicole, per una superficie complessiva di quasi 17mila ettari.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2013 alle 19:34 sul giornale del 17 gennaio 2013 - 708 letture

In questo articolo si parla di attualità, enoilexpo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Iib