Porto S.Elpidio: dal fermano ad Ancona 'Ridurre si può' iniziativa all'insegna del riuso

2' di lettura 14/01/2013 - Brilla anche ad Ancona il Centro del Riuso di Porto Sant'Elpidio. "La riduzione dei rifiuti una straordinaria opportunità ambientale, economica e sociale per tutte le Marche". Partendo da queste parole associazioni e Comuni si sono riuniti per il premio "Ridurre si può" promosso da Regione Marche, UPI Marche, Anci, Legambiente Marche, Federambiente e Unioncamere Marche.

Eenti che nel 2009 hanno sottoscritto un protocollo con l’obiettivo di stimolare la riduzione della produzione dei rifiuti come principale antidoto al ricorso alle discariche e all’utilizzo di nuove materie. La città elpidiense, rappresentata dal vicesindaco Monica Leoni e dal tecnico Lauretta Cardone, è stata selezionata insieme ad altre 26 realtà regionali.

"La maggior parte sono frutto di iniziative private, di associazioni, mentre la nostra - sottolinea la Leoni - è il concretizzarsi di un preciso percorso culturale di attenzione all'ambiente e al territorio. Precise politiche che negli anni cambieranno il volto della città a vantaggio dei cittadini".

L’iniziativa è alla prima edizione. Dopo aver raggiunto buoni risultati nella raccolta differenziata nelle Marche, molto resta ancora da fare nella riduzione dei rifiuti, l’altro obiettivo richiesto dalla Comunità Europea. Per aiutare la crescita di questo nuovo processo, è stata avviata nelle Marche la prima esperienza nazionale di avviso di segnalazione aperto a privati cittadini, istituzioni, università, istituti scolastici e aziende per raccontare le azioni di riduzione che già sono in corso nella Regione.

Tra queste 26 anche il Centro del Riuso di Porto Sant’Elpidio. “Finanziato con 33mila euro dalla Regione, in Provincia ce ne è un altro a Fermo, si propone di ‘raccogliere materiale usato utile per altre persone; contrastare e superare la politica dell’usa e getta; sostenere la cultura del riuso ai fini di una maggior tutela ambientale e solidarietà sociale’. La raccolta – ribadisce il sindaco Mario Andrenacci - riguarda, in particolare, libri, giocattoli, computer, piccoli elettrodomestici, mobili, biciclette”.

Da quando ha aperto sono stati recuperati oggetti per 13,79 quintali portati da oltre settanta utenti. L’iniziativa regionale, la prima di una serie di incontri che si svolgeranno sul territorio per premiare le altre valide esperienze di riduzione dei rifiuti, ha il patrocinio di Università Politecnica delle Marche, Università degli Studi di Macerata, Università degli Studi di Camerino,Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Confederazione Italiana Agricoltori Marche, Confagricoltura Marche, Confederazione Nazionale Artigianato Marche, Confartigianato Marche, Confindustria Marche, Centro Servizi per il Volontariato Marche, Symbola - Fondazione per le qualità italiane.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-01-2013 alle 17:36 sul giornale del 15 gennaio 2013 - 591 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Icj