Ritiro dell'amianto 23 interventi in un mese

fermo| amianto| ceramica lauretana 2 1' di lettura 10/01/2013 - 23 ritiri di amianto in un mese, 11 in un solo giorno. Sono i numeri che fotografano il lavoro dell’Amministrazione Comunale per risolvere il fenomeno dell’abbandono dell’amianto nel Comune di Fermo.

“Stiamo mettendo a punto un sistema di controllo per bloccare questo fenomeno – spiega l’Assessore all’Ambiente Elmo Tappatà - è un danno per tutta la comunità, sia per l’ambiente che per l’economia. Ogni sito bonificato costa al Comune intorno ai 500 euro più iva”. L’Assessore aggiunge: “L’azione di pochi irresponsabili è un costo per l’intera comunità”.

In data 8 gennaio 2013, sono stati effettuati 11 ritiri nei seguenti siti: vicoli Cordella e di Corso Cavour, vicino alla Prefettura zona Crocifisso, accanto al Bar via Pietro Nenni (zona Lido Tre Archi, al confine con Porto Sant’Elpidio, 2 siti) via Pompeiana, vicino ingrosso Be.lgia via Zeppilli, sotto Banca Popolare di Ancona via Galileo Galilei – zona che dalla scuola Leonardo da Vinci arriva al quartiere Santa Caterina via Alfredo Beni, 5, Fermo piazzale accanto alla Caserma dei Carabinieri via Giuseppe Giammarco, quartiere di Santa Petronilla zona San Lorenzo, nella scarpata di fronte alla nuova caserma della Guardia di Finanza c.da San Lorenzo, isola dietro villa Donzlli zona San Tommaso, davanti nuova chiesa, zona bar Davidici






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2013 alle 18:00 sul giornale del 11 gennaio 2013 - 2999 letture

In questo articolo si parla di attualità, amianto, fermo, ceramica lauretana 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/H5N