il sindaco traccia un bilancio dell'anno, 'La nostra forza è la collaborazione'

Comune di Fermo|conferenza fine anno| 30/12/2012 - Un bilancio delle attività svolte dall’Amministrazione Comunale nel 2012 e una serie di interventi in programma per il 2013. Ricchezza e varietà di contenuti nel corso della conferenza stampa di fine anno nella quale il Sindaco Nella Brambatti ha scattato una fotografia dei diversi settori comunali.

Il sindaco inizia il suo intervento delineando i rapporti intrattenuti con i referenti regionali, comunicazioni a tratti difficili ma che hanno dato frutto a importanti risultati. “A volte, ci sono state polemiche con i rappresentanti regionali”, espone la Brambatti “la dialettica però può anche essere positiva nel generare una sintesi politica. Riguardo alle scelte di tipo politico però, un sindaco in quanto tale deve trovare i tempi e i modi di far valere le proprie istanze; non si può scendere a compromessi sulle tematiche critiche che riguardano il territorio”.

Questa la fermezza dimostrata dal sindaco nel difendere il programma portato avanti in questo anno. La Brambatti ha poi illustrato i risultati raggiunti e le proposte poste in essere dall'amministrazione. ““Il sito internet è stato rivisto per garantire un accesso immediato – ha detto il Sindaco – inoltre, sulla base dell’esperienza vissuta per l’emergenza neve dello scorso anno, abbiamo investito per adeguare i mezzi e renderli operativi in caso di emergenza. Il lavoro dei volontari si è dimostrato determinante per riuscire a fronteggiare ogni situazione in condizione di economia precaria, a loro non può che andare la nostra infinita ricnoscenza. Come Amministrazione abbiamo operato per porre fine a una serie di problematiche che erano lì da tempo e che dovevano essere assolutamente risolte.

Con la Ceramica Lauretana siamo arrivati a un punto di chiusura delle questione: a metà gennaio inizierà l’operazione di bonifica. In tempi rapidi chiuderemo la vicenda del mercato coperto. È stata risolta la questione della Casina delle Rose per la quale intendiamo aprire, attraverso un dialogo competitivo, alla riqualificazione della struttura e dell’area”. Altra questione da tempo in agenda affrontata nel corso dell'anno è stata la situazione dell'azienda comunale Asite “L’Asite ha vissuto un momento difficile ed economicamente rischiava di mandare in crisi la proprietà, il Comune. È per questo che si scelto di rinnovare il Cda e dieci giorni fa si è insediato il nuovo collegio dei revisori dei conti”.

Il sindaco ha poi concluso ricordando il lavoro degli assessori e il loro impegno nei risultati raggiunti. “patrimonio di questa Giunta è la collaborazione fra gli assessorati. Non esistono più comparti stagni”. Proprio questa collaborazione ha permesso il sanamento di problematiche da tempo aperte sul territorio. “Il lavoro comune ha risolto ad esempio un annoso problema che riguardava il patrimonio. Non esisteva ad esempio l’accatastamento dei beni del Comune. C’erano dei punti fermi da raggiungere per rientrare nei limiti previsti dalla legge. Tutte le fatture delle ditte – ha puntualizzato il Sindaco - sono state pagate e non abbiamo insoluti nei confronti delle imprese.

Un aspetto di grande importanza che in un momento di crisi del debito significa che le imprese non temono di collaborare con il comune perché sanno che sarà loro pagato il dovuto in tempi ragionevoli ”. Il Sindaco Brambatti ha trattato nel suo lungo intervento anche gli investimenti per il sociale, con il centro Monte Pacini, gli impegni nel settore ambientale, con le pratiche per l’ottenimento della bandiera blu e il Piano delle antenne che dovrebbe essere operativo nel 2013.

“Molto lavoro viene fatto e poco pubblicizzato – ha concluso il Sindaco - La giunta è solida e solidale e l’obiettivo è lavorare bene e seriamente”. Gli assessori hanno invece risposto alle sollecitazioni dei giornalisti esponendo la natura degli interventi nei loro ambiti specifici: ““C’è già stato su questo un passaggio istituzionale nella seconda commissione – ha commentato l’Assessore all’Urbanistica Paolo Rossi - Si era pensato di trattarlo nel Consiglio Comunale di dicembre ma, vista la complessità dell’argomento, si è ritenuto di rimandare ad un consiglio a gennaio.

È legittimo e giusto che su una questione così complessa ci siano interventi, ma gli ambientalisti sono stati male informati perché hanno riportato dei dati sbagliati: non c’è nessuna cementificazione ulteriore ma stiamo andando nella direzione opposta verso una riduzione del consumo del suolo. Non escludiamo di avere un incontro con le associazioni ambientaliste”. L’Assessore all’Ambiente Elmo Tappatà ha illustrato la situazione della raccolta differenziata: “E’ legata all’Asite ed ora che si sta normalizzando la fase drammatica dell’azienda si sta programmando per stabilire come intervenire in città: non ci sarà raccolta porta a porta ovunque. Per il centro storico sarà adottato un sistema di isole mobili su modello di quello utilizzato a Tarquinia dove ci sono stati risultati ottimi che hanno cambiato il volto della città”.

Nel corso della conferenza è stata affrontata anche la questione relativa all’ex Campo del Tirassegno. “E’ di proprietà del Demanio – ha specificato il Sindaco Brambatti – e da mesi si stanno succedendo le riunioni per l’acquisizione dell’area. Per acquisire l’area bisogna presentare un progetto che è già stato approvato dalla Sovrintendenza. Il progetto prevede la realizzazione di un laboratorio multimediale destinato alla fascia della scuola dell’obbligo.

Per questo percorso abbiamo destinato 300 mila euro”. L’Assessore ai Lavori Pubblici Luigi Montanini ha annunciato la volontà di trasferire il Centro Montessori in località San Claudio: “Alla fine degli anni Novanta – ha ricordato Montanini – la Giunta Fedeli aveva previsto un finanziamento per realizzare un centro servizi a San Claudio. Le opere di urbanizzazione sono state iniziate e terminate, ma il Sindaco ha avuto un’idea brillante: rivedere la realizzazione del centro servizi in vista anche della realizzazione dell’ospedale. Per questo motivo ne è stata cambiata la destinazione d’uso per creare un’area socio sanitaria importante e ben collegata”. Al termine della conferenza il Sindaco e gli Assessori hanno brindato con i giornalisti per salutare il 2012 e dare il benvenuto al nuovo anno.








Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2012 alle 18:15 sul giornale del 31 dicembre 2012 - 651 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Fermo, conferenza fine anno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HLb